Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Monviso, per la cresta Est, 22/09/2013
Inserisci report
Onicer  Fedora   
Regione  Piemonte
Partenza  Pian del Re (2020m)
Quota attacco  2750 m
Quota arrivo  3841 m
Dislivello  2000 m
Difficoltà  AD / IV ( III obbl. )
Esposizione  Est
Rifugio di appoggio  Event. Rif. Sella
Attrezzatura consigliata  Corda 30 mt., casco, qualche cordino e fettucce, qualche friend medio-grande, ramponi
Itinerari collegati  Monviso (3841m), per la cresta Est
Condizioni  Ottime
Valutazione itinerario  Eccezionale
Commento Gita di quelle che ci ricorderemo per un bel po’, sia per la fatica e l’impegno fisico che per la bellezza di questi luoghi selvaggi. Se fatta in giornata come noi è davvero devastante. Dopo aver dormito nel parcheggio a Pian del Re, alle 4 del mattino partiamo con le frontali e la luna piena e dopo circa 2h e 15’ siamo all’attacco della cresta, puntuali col sorgere del sole. Per evitare di calzare i ramponi, scegliamo di salire 30-40 m sopra l’attacco come altri 3 che ci precedono, ma lo sconsiglio sia per lo sfasciume terribile che per possibili sassi che cadono da chi sta sopra (uno infatti mi finisce in pieno sul braccio ma fortunatamente pian piano il dolore si attenuerà un pochino). Il primo tratto di cresta alterna tracce di sentiero a facili e divertenti roccette (mai oltre il III°) e siamo sempre piacevolmente al sole. Nei pressi del torrione St. Robert comincia qualche difficoltà in più, ma la roccia si fa davvero bella. Dove serve c’è sempre un chiodo e facciamo tiri di corda in 3 o 4 passaggi, particolarmente esposti o cmq in cui secondo noi era opportuno assicurarci. Molto bello il passaggio di IV° nei pressi della via di fuga “Via della Lepre”, che comincia con una placca all’apparenza liscia ma che invece si supera appoggiando il piede dx su quella alla sua dx (passaggio piuttosto lungo, 30 m di corda). Prima di ricongiungerci con la via normale negli ultimi 10’, si superano ancora dei bei passaggi abbastanza impegnativi, ma sempre intorno al III°. Finalmente dopo quasi 8h e 45’ di salita (comprese diverse soste anche per “intasamento” in cresta) siamo in vetta. Grande soddisfazione! Ma la discesa sarà eterna, non banale anche dalla via normale con diversi tratti in disarrampicata. I 15’ di risalita al Passo delle Sagnette sembrano eterni e poi la discesa prima lungo la ferrata (catene) e poi per sentiero fino al rif. Sella. Sosta “necessaria” di 15’ e ancora 1h e 45’ per tornare alla macchina, dove arriviamo dopo quasi 15 ore totali, naturalmente comprese tutte le soste. Grande soddisfazione per Ivan, che festeggia nel migliore dei modi il suo compleanno! Meteo: sole e mare di nubi sotto i 2200 m. Partecipanti: Fedora, Ivan, Furbo e Zamma.
FOTO 1: Ci avviciniamo al torrione S. Robert; al centro, ancora lontana, la vetta.
FOTO 2: Il bel passaggio di IV°.
FOTO 3: Il gruppo in vetta.
Report visto  2800 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport  Clicca qui per andare al foto-report