Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Cima Brenta Bassa, via normale, 02/10/2021
Inserisci report
Onicer  Fedora   
Regione  Trentino Alto Adige
Partenza  Vallesinella (Madonna di Campiglio) (1550m)
Quota attacco  2550 m
Quota arrivo  2809 m
Dislivello  260 m
Difficoltà  PD / III+ ( III obbl. )
Esposizione  Nord-Est
Rifugio di appoggio  Rif. Casinei; Rif. Brentei; Rif. Pedrotti
Attrezzatura consigliata  Corda da 20m (o 2 mezze da 50 se si vuole effettuare la doppia da sotto la forcella tra le due cime per ridiscendere i 50m di II°). 2 o 3 rinvii, qualche cordino e friend per fare sicura, casco
Itinerari collegati  Cima Brenta Bassa (2809m), via normale
Condizioni  Ottime
Valutazione itinerario  Ottimo
Commento Le previsioni meteo sono quanto meno discrete in queste zone, e così optiamo per le Dolomiti di Brenta. E infatti al mattino sarà bellissimo fino alle 11, poi alternanza di sole, nubi e nebbie che però non guastano più di tanto l’ambiente superbo di questi posti. La Cima di Brenta Bassa è una salita molto piacevole e in ambiente magnifico, che non presenta particolari difficoltà se non in un camino di III+, breve ma abbastanza impegnativo; il resto è un susseguirsi di passaggi tra il I° e il II+, su roccia comunque davvero molto bella salvo, ovviamente, i passaggi su cenge detritiche. Lo sviluppo è piuttosto lungo rispetto al dislivello, soprattutto nel tratto tra il rif. Brentei e la Bocca di Brenta, con un buon tratto di sentiero quasi in piano. Troviamo ancora un po’ di neve nelle 2 brevi conche sottostanti la bocchetta, ma che non creano nessunissimo problema neanche con le normali scarpette da trekking. Qui ci imbraghiamo e dopo circa 10’ su tracce di sentiero e ometti e qualche passaggino su facili roccette, arriviamo al passaggio chiave, il camino di III+. Andrea lo risale bello sicuro senza corda, io e Lidia preferiamo legarci. E’ stato breve ma non banale, ma un friend poco dopo la partenza mi dà sicurezza. Al termine si trova un anello di calata, utilizzato per far sicura a Lidia, oltre che in discesa. Poi continuiamo su roccette (max II/II+) e cenge detritiche, fino in cima. Ci sono diversi omini sparsi un po’ ovunque, non c’è proprio un percorso obbligato nei tratti detritici. Ma cambia poco. In vetta le nubi lasciano ampi spazi al sole che ci regala panorami stupendi. Poi scendiamo ovviamente con molta attenzione in quanto si disarrampica spesso sul I/II grado, e facendo la doppia nel camino. Poi rientro sul lungo e comodo sentiero percorso in salita, fino a Vallesinella (NB.: c’è la macchinetta per i biglietti, funzionante ancora fino a metà ottobre, come scritto su un biglietto, ma ieri era fuori servizio 😃 altrimenti 8 euro di biglietto…).
Partecipanti: Fedora, Lidia e Andrea.

FOTO 1: Lo spettacolare panorama su Crozzon di Brenta (a dx) e Cima Tosa, con in mezzo il canalone Neri, visti dal rif. Brentei.
FOTO 2: Io nel camino di III+.
FOTO 3: Ambiente stupendo salendo verso la cima.
Report visto  811 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport  Clicca qui per andare al foto-report