Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Cornone di Blumone, Spigolo Maffei, 25/07/2020
Inserisci report
Onicer  Fedora   
Regione  Lombardia
Partenza  Malga Cadino (SS Croce Domini) (2000m)
Quota attacco  2475 m
Quota arrivo  2842 m
Dislivello  260 m
Difficoltà  AD / IV+ ( III+ obbl. )
Esposizione  Ovest
Rifugio di appoggio  Tita Secchi
Attrezzatura consigliata  Normale da roccia. Via attrezzata con chiodi e spit, utile qualche friend o nut.
Itinerari collegati  Cornone di Blumone (2842m), Spigolo Maffeis
Condizioni  Ottime
Valutazione itinerario  Ottimo
Commento Pensavo molto peggio questa via, leggendo qualche report qua e là... E invece si è rivelata una piacevolissima arrampicata su roccia quasi sempre da buona a ottima. Probabilmente aggirando le difficoltà (stando cioè a sx dello spigolo) è un po' più facile, ma non si trovano chiodi e la roccia è spesso friabile e con sassi mobili. Noi invece siamo sempre state sulla via originale, cioè sullo spigolo, trovando tutti i chiodi e roccia ottima (diff. max IV+/un pass di V-).
Solo nel primo tiro siamo state a sx dello spigolo (via originale), trovando i chiodi.
Qualche dettaglio: in circa 1h e 40' siamo all'attacco (posto poche decine di metri più a dx della stupenda via "Pilastri rossi", salita pochi anni fa). Al secondo tiro ci portiamo sul filo che seguiremo sempre fino al termine della via, tranne nel 6° tiro dove 2 spit indicano di deviare a sx in mezzacosta (qualche sasso mobile qui). Possibile integrare bene con friend grazie a belle fessure spesso presenti. Molti passaggi sul filo dello spigolo sono davvero entusiasmanti e a volte esposti, ma qui la roccia è davvero molto buona. Dopo meno di 3h siamo alla fine della via; proseguiamo quindi facilmente fino alla cima Nord. Non saliamo alla vetta principale perché occorrerebbe scendere di almeno una cinquantina di metri e allungare troppo i tempi; avendola già fatta altre volte preferiamo limitarci alla cima Nord. Poi lungo il sentiero normale, rientriamo al rifugio Tita Secchi e quindi alla macchina, entrambe entusiaste della via e non molto d'accordo sul giudizio "mediocre" presente invece nella relazione qui collegata.
FOTO 1: Sullo spigolo ci si diverte parecchio e le difficoltà sono anche sul IV/IV+.
FOTO 2: Ultime lunghezze.
FOTO 3: Lidia all'uscita della via.
Report visto  793 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport  Clicca qui per andare al foto-report