Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Corna di Medale, Via Asen + Bonatti, 15/11/2018
Inserisci report
Onicer  sorega   
Regione  Lombardia
Partenza  Lecco, Malavedo (500m)
Quota attacco  800 m
Quota arrivo  1029 m
Dislivello  350 m
Difficoltà  TD / VII- ( VI obbl. )
Esposizione  Sud
Rifugio di appoggio  nessuno
Attrezzatura consigliata  2 mezze corde da 50 m, 13 rinvii, friends dal 0.5 al 2 BD, qualche nuts, fetucce e cordini.
Itinerari collegati  corna di medale (1029m), miryam + bonatti
Condizioni  Ottime
Valutazione itinerario  Ottimo
Commento Pensare di concatenare queste due vie non è proprio normale, ma con un po' di buona volontà ce la si può fare! E visto che le altre vie del Pilastro Irene, che danno accesso alla parte sommitale del Medale dove parte la Bonatti, le avevo già salite tutte mentre la Asen no, ho voluto provare questa nuova invenzione. La Via Asen è l'ultima via aperta sull'Antimedale nel 2012 e serpeggia su ottima roccia (tranne che nell'ultimo tiro) tra diversi cespugli. Diff. 6a+ max, 5c obbl. Arrrivati all'ultima sosta (S6) si sale ancora su facili gradoni per 20 m circa fino ad una sosta con catena da dove normalmente si prende a sinistra il sentiero di discesa. Qui noi siamo invece saliti per il ripido pendio su terreno insidioso con passi di II grado. Attenzione a non muovere sassi! Puntando un po' a destra abbiamo raggiunto una parete che sembrava precluderci ogni via di uscita verso la ferrata. Invece con grande sorpresa abbiamo trovato un cavo d'acciaio fissato con spit che ci ha facilitato il superamento e ci ha permesso di passare sul versante opposto in direzione della ferrata del Medale. Per una vaga traccia nel bosco siamo arrrivati in corrispondenza della zona dove passa la ferrata. Qui altra sorpresa: una serie di grossi vecchi fittoni che salivano per un canalino. Li si può seguire oppure si può traversare subito a destra per raggiungere la ferrata. Da qui siamo scesi 80 metri circa fino alla traccia che porta all'attacco della Bonatti. La storica via ci ha riservato una scalata entusiasmante e per niente scontata con passaggi epici da antologia su roccia eccezionale. Salirla in libera senza tirare i rinvii è sicuramente un bell'ingaggio. Gran giornatona con Cristian e Carlo. Bello, bello, bello!
Foto 1, 2 e 3: sulla via
Fotoreport a questo link: https://www.facebook.com/mauro.soregaroli/media_set?set=a.10218577142566244&type=3
Report visto  3796 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport  Clicca qui per andare al foto-report