Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Roda del Diavolo, Spigolo Gross, 29/09/2018
Inserisci report
Onicer  Fedora   
Regione  Trentino Alto Adige
Partenza  Passo di Costalunga (1750m)
Quota attacco  2540 m
Quota arrivo  2723 m
Dislivello  200 m
Difficoltà  AD- / IV ( IV obbl. )
Esposizione  Est
Rifugio di appoggio  Rif. Roda di Vael; Rif. Paolina
Attrezzatura consigliata  Corda da 50m, friend, 5-6 rinvii, cordini anche lunghi
Itinerari collegati  Roda del Diavolo (2723m), Spigolo Gross
Condizioni  Ottime
Valutazione itinerario  Ottimo
Commento Per questo we in Dolomiti con le nostre rispettive famiglie, io e Lidia ne approfittiamo per un'interessante e e piacevole arrampicata su un’affascinante montagna qual è la Roda del Diavolo. Per la descrizione dell’itinerario rimando al link sopracitato.
Dal Passo Costalunga (1750m), saliamo a piedi al rif. Roda di Vael (1h e 10’) e poi in altri 40 min. siamo all’attacco, dopo aver superato un tratto attrezzato e la scala metallica. Siamo sole; davanti a noi 2 alpinisti ma partiti molto prima. Salgo un po’ a naso il primo tiro di 50m… non trovo né il cordone né i chiodi in sosta descritti nella relazione che avevo… Probabilmente siamo partite leggermente più a dx. Ma riesco cmq a far sicura a Lidia su uno spuntone. Proseguo ancora verticalmente su roccette di II/III° fino a traversare poi a sx. Poi nel tiro successivo trovo un chiodo che mi solleva il morale... siamo sulla retta via ora! Troviamo infatti sempre almeno un chiodo (a volte 2) lungo tutti i tiri (ne faremo 6 anziché i 5 descritti nell'itinerario collegato), con alcune soste a 2 chiodi. Molto bello e impegnativo il 4° tiro (IV°), però con un solo chiodo presente. L’ultimo tiro è breve ma tecnico (IV°) e con un esposto traverso si supera uno strapiombo arrivando alle ultimissime facili roccette. Gli ultimi 5 minuti sono una camminata fino all’omino di vetta, tutta per noi (1h e 50’ per la via). Nubi e sole creano colori e panorami spettacolari… Discesa dalla normale su roccette infide e a tratti sfasciumose, fino a riprendere la scaletta metallica e quindi a ritroso dal percorso di salita fino al rifugio (1h dalla vetta), dove ci godiamo una sosta mangereccia con la famiglia che ci aspettava qui, decisamente contente.
FOTO 1: Lidia impegnata nel 4° tiro di IV°.
FOTO 2: L'esposto traverso dell'ultimo tiro.
FOTO 3: Dalla vetta, la stupenda Roda di Vael.
Report visto  607 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport  Clicca qui per andare al foto-report