Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Pizzo del Becco, Via Agazzi Arrigoni (con variante), 29/08/2015
Inserisci report
Onicer  fabiomaz   
Regione  Lombardia
Partenza  Carona(Valle Brembana) (1000m)
Quota attacco  2200 m
Quota arrivo  2507 m
Dislivello  300 m
Difficoltà  AD+ / IV ( IV obbl. )
Esposizione  Nord
Rifugio di appoggio  Rif.Calvi e Rif.laghi gemelli
Attrezzatura consigliata  nda, 5-6 rinvii,cordini vari, serie completa friends, martello per ribattere i chiodi in via. Non necessari altri chiodi.
Itinerari collegati  Pizzo del Becco (2507m), Via Calegari-Rho
Condizioni  Eccellenti
Valutazione itinerario  Ottimo
Commento Bellissima salita che si svolge sullo sperone che separa la parete Nord del Becco dall'ampio canale che ne caratterizza la parete Nord Ovest.

Riscoperta in veste invernale, noi abbiamo voluto andarla a vedere in veste estiva.
Come correttamente scritto su "Ghiaccio delle Orobie" tuttavia la versione invernale non segue fedelmente la versione estiva, anzi direi che ha ben poco a che fare, tranne per il diedro iniziale, da noi non percorso, e quello finale.
La versione estiva segue fedelmente lo sperone ed è da questo che trae la sua caratteristica principale, la roccia FOTONICA, un superbo verrucano ricco di lame e fessure che offre una bellissima arrampicata. In via poco o niente. 2 chiodi sul tiro chiave (il terzo) e altri 3 in tutta la via, di cui 2 non particolarmente utili, nessuno per le soste che si allestiscono su spuntoni.
Probabilmente noi abbiamo fatto una variante sul primo tiro, salendo un lungo diedro con difficoltà omogenee ai due tiri successivi, diedro che si trova spostato una trentina di metri dopo lo spigolo dello sperone sul versante ovest.

**********************
ATTENZIONE
**********************
SE FINO AD ADESSO IL REPORT VI HA INCURIOSITO PRENDETE LA RELAZIONE DI "OROBIE, 88 IMMAGINI PER ARRAMPICARE" riportata sul sito del CAI BERGAMO, E ANDATE A FARLA, magari con la variante descritta in L1.
Quel tanto di incertezza che la relazione lascia è il succo di una via come questa.
Altrimenti segue relazione
**********************
FINE
**********************

ATTACCO: dall'attacco della Calegari-Rho spostarsi a destra per cengione erboso fino allo spigolo dello sperone. L'attacco corretto credo sia il diedro appena a sinistra dello spigolo.
Noi invece abbiamo attaccato circa 30 metri a destra dello spigolo pere un lungo diedro con uscita strapiombante. Salire per balze fino alla base dello stesso dove si fa sosta su spunzone.

L1: Salire il diedro interamente da proteggere fino a un terrazzo erboso (50 m, IV, un passo IV+).
L2: Dal terrazzo, sulla sinistra, si traversa per esile cengia per qualche metro e poi si risale in verticale, trovandosi appena sotto la prima delle due lame descritte nella relazione di 88 immagini. Si supera a destra la seconda grande lama (chiodo e cordino) e si sosta appena sopra (50 m, IV° discontinuo)
L3: Bellissimo tiro chiave. Lo spigolo di destra, meno verticale, risulta improteggibile. Si traversa quindi verso quello di sinistra, più verticale, ma che si risale con buoni appigli e fessure nascoste (2 chiodi) fino ad agguantare una bella lama di tre metri che si affronta in dulfer. SI giunge ad un intaglio, ci si abbassa di qualche metro e si sosta su spunzone. (50 m, IV°)
L4: si sale in cima a una scaglia, si sorpassa un gradino strapiombante e poi per una solida placca si sale fino a un ampio terrazzo (40 m, III+, poi più facile).

Si traversa orizzontalmente a sinistra seguendo una cengia fino a un ripiano erboso ai piedi di un lungo diedro (1 chiodo protegge il primo passo del traverso).

L5: Salire il diedro caratterizzato da una falce gialla. Primi passi leggermente strapiombanti ma ben appigliati, poi più facile. Uscita su erba (55 m, III°+, poi facile).
L6: si punta a un aguzzo spuntone che punta contro il cielo, tenendosi nel camino o sullo spigolo a destra dello stesso. Poi per rocce facili fino a un cordino su spunzone. (50 m, III°, poi facile, 1 chiodo rosso nel camino non utilizzato).

..indi per facili roccette brevemente in vetta, amen.

foto 1: vista della parete con tracciato della parte bassa della via e della variante.
foto 2: il diedro iniziale
foto 2: la parte alta di L3
Report visto  2789 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport  Clicca qui per andare al foto-report