Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Monte Golla, parete NE, 18/02/2023
Inserisci report
Onicer  Zeno   
Regione  Lombardia
Partenza  Loc. Bratte (Premolo)  (700 m)
Quota attacco  1500 m
Quota arrivo  1983 m
Dislivello della via  450 m
Difficoltà  PD ( pendenza 50° / II in roccia )
Esposizione in salita Nord-Est
Rifugio di appoggio  Nessuno
Attrezzatura consigliata  Normale attrezzatura da alpinismo classico invernale
Itinerari collegati  nessuno
Rischio valanghe  1 - Debole
Condizioni  Buone
Valutazione itinerario  Ottimo
Commento Avevo notato la bella parete nord-est del Monte Golla in una salita fatta insieme a mio papà al Monte Vaccaro nella primavera di qualche anno fa. A distanza di qualche anno, l’idea riemerge e così - a metà mattina di un sabato di fine inverno - mi addentro insieme a Luca, Carlotta e Davide nella storica Val Nossana. A circa metà della valle, svoltiamo a sinistra ed imbocchiamo il sentiero che sale nella Val Gorgolina. Ad un certo punto attraversiamo il torrente e decidiamo di seguirlo. Il percorso è affascinante per il contesto e divertente per alcuni salti di roccia che superiamo con facile arrampicata. Di fronte ad un salto troppo impegnativo, lasciamo il greto ed iniziamo a salire sul lato destro orografico verso la cima del Monte Golla. Dal basso non è facile capire i lineamenti della parete ma non siamo troppo preoccupati di dover imboccare una determinata linea, salire ci basta. Calziamo i ramponi e procediamo su neve solo a tratti portante. Mentre ci alziamo traversiamo a sinistra immettendoci nel canale più settentrionale della parete che sbuca a metà della cresta nord. La poca neve lascia scoperto qualche salto di roccia che superiamo con attenzione. Arrivati in cresta ci accoglie il sole del tramonto e una splendida vista sui monti circostanti. A sud la neve è già sparita e scendiamo allegri per prati transitando per la Baita Piazza e la Vall’Acqua che ci riportano all’auto ormai al buio.
Questa parete è modesta ma attraente. Vicina a casa ma capace di regalare salite (e discese) ricche di fascino ed avventura.

Mòla mia, leù!
Report visto  2552 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport