Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Spigolo Piaz - torri del Vajolet, 04/08/2018
Inserisci report
Onicer  merenderos   
Regione  Trentino Alto Adige
Partenza  Pera di Fassa (TN) (1950m)
Quota attacco  2700 m
Quota arrivo  2790 m
Dislivello  90 m
Difficoltà  AD- / IV+ ( IV+ obbl. )
Esposizione  Sud-Ovest
Rifugio di appoggio  Rifugio Re Alberto
Attrezzatura consigliata  N.d.arrampicata. Corde da 60, casco, cordini, friends e nuts utili
Itinerari collegati  nessuno
Condizioni  Buone
Valutazione itinerario  Ottimo
Commento Via immersa in un ambiente fantastico, e che merita una sicura ripetizione per il secondo tiro che si sviluppa esattamente sullo spigolo, con un esposizione incredibile a strapiombo, su una parete di oltre 400 m. Le soste sono tutte su fittone e in via c Ŕ qualche chiodo. PossibilitÓ d integrare. La roccia Ŕ un pochino unta nei passaggi obbligati ma non disturba la salita. Si arriva a Pera di Fassa e in prossimitÓ di un grosso parcheggio per la funivia sulla destra, si prende la navetta (obbligatoria costo 10 e a/r) che in 15 min porta al rifugio Gardeccia. Da qui si sale su un grande sentiero sterrato fino al rifugio Vajolet. Da qui si prende il sentiero a sinistra che rimane sotto la funicolare in un grosso canalone dietritico, fino ad arrivare al rifugio Re Alberto. Da qui si prende la traccia verso destra che sale alle torri. Si arriva alla base, e si sale verso sinistra, in una strettoia chiusa in alto da delle roccette. Si sale qui sulla parete e si continua fino alla spigolo dove attacca la via (II) (fittone) (1,45h dalla fermata del bus).
L1: si sale dritto per un muretto lavorato. Si supera una nicchia a sinistra e poi si sale sempre su roccia lavorata per alcuni metri. Poi si obliqua verso sinistra puntando allo spigolo dove si trova la sosta (30 m, IV+,IV, 3 ch)
L2: Si sale esattamente sullo spigolo e la natura delle prese rende obbligatorio portarsi sull impressionante parete opposta. Si supera un chiodo e dopo una decina di metri ci si riporta sulla parete di destra. Si risale in verticale su roccia lavorata fino alla sosta (30m, IV, 3ch)
L3: salire il diedro stando appena a destra dello spigolo. Poi rampa appoggiata fino al terrazzino di sosta (25m, IV, 2 ch)
L4: obliquare verso destra con delle lame poi per placca bianca. Al termine si trova una sosta. Si puo continuare per il caminetto oppure aggirarlo a sinistra fino alla cima della torre (50m, IV, 1 ch 1 sosta intermedia)
DISCESA: ci sono diverse possibilita di calata piu o meno lunghe. Per evitare d impigliare le corde si possono fare delle calate da 30 m tra la torre Delago e la Stabeler, su anelli cementati, fino alla base.
Foto 1: sullo spigolo del secondo tiro
Foto 2: in uscita dalla via
Report visto  352 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport