Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Altolario Ring 1 : Val Garzelli, Boc.Cannone, Pizzo Rabbi, lago Cavrig, Boc.San Pio, Pizzo San Pio, Boc.Crocetta,Val Bodengo , 19/09/2010
Inserisci report
Onicer  calimero   
Gita  Altolario Ring 1 : Val Garzelli, Boc.Cannone, Pizzo Rabbi, lago Cavrig, Boc.San Pio, Pizzo San Pio, Boc.Crocetta,Val Bodengo
Regione  Lombardia
Partenza  Pra Princčč sulla strada in Val Bodengo  (912 m)
Quota arrivo  2452 m
Dislivello  2300 m
Difficoltà  F
Rifugio di appoggio  Biv Ledł-capanna Como
Attrezzatura consigliata  da escursione
Itinerari collegati  nessuno
Condizioni  Ottime
Valutazione itinerario  Eccezionale
Commento Spettacolare e scenografica cavalcata nel cuore della catena dei Muncech, uno dei luoghi pił belli e selvaggi di tutta la Mesolcina.
Pochi angoli alpini regalano le stesse sensazioni di incontaminato, panoramicitą e senso assoluto della solitudine e della libertą come questa meravigliosa traversata al cospetto del Lario.
Queste sono montagne probabilmente meno rinomate di altre ma le guglie, le pareti , le torri di granito che si stagliano su valloni spesso selvaggi regalano uno spettacolo di bellezza severa che "riempie" letteralmente lo spirito.
Partiamo alle 7:00 dalla localitą Pra Pincče, a 912 metri sulla carrozzabile della Val Bodengo sopra Gordona in Valchiavenna.
Lasciata la macchina al parcheggio al lato della strada, in corrispondenza delle baite, attraversiamo il ponte sul torrente e cominciamo a salire su bel sentiero ( traccia evidente, ben segnato ) che sul lato dx orografico si inoltra nella profonda e silenziosa Val Garzelli.
Solo il canto del torrente ci accompagna.
La pendenza si fa pił sostenuta in prossimitą della prima meraviglia della giornata, il pianoro dell'Alpe Campo, a 1.885 metri.
Qui la testata Pizzo Ledł/Pizzo Rabbi, con le loro scoscese e strapiombanti pareti di granito, circonda un alpeggio dalle connotazioni dolci ed idilliache, alle cui spalle il Pizzo di Prata e le vette svizzere fanno elegante capolino.
Le baite sono sistemate a nuovo, e verrebbe voglia, in questo paradiso, di fermarsi e crogiolarsi un bel pņ.
Ma la strada č ancora lunga.....
Il sentiero prosegue in direzione di un evidente canale detritico che conduce direttamente ai 2.260 mt della bocchetta del Cannone.
Lo risaliamo e faticosamente superiamo il pittoresco intaglio del passo che , al di lą, ci regala la straordinaria vista del lago di Ledł, con il bivacco Petazzi sulle sue sponde e sullo sfondo il Lario in tutta la sua estensione.
Da rimanere senza fiato !
Dopo doverosa contemplazione, risaliamo la cresta che porta al Pizzo Rabbi stando sulle roccette vicino al filo di cresta, ( max 1+, qualche placchetta liscia ) raggiungendo in breve i 2.452 mt della vetta , su cui troneggia un grosso ometto di pietre.
Inutile dire che il panorama č esagerato.
Fanno impressione poi le pareti nord del Rabbi e del Ledł, autentiche vertigini di granito.
Il vento soffia forte, qui in vetta, abbiamo ancora tanta strada davanti a noi e dobbiamo proseguire.
Scendiamo il versante opposto ( est ) del Rabbi per poi deviare a sx verso il lago Ledł e, prima del bivacco Petazzi, attraverso una scorciatoia su placche improvvisata al momento, scendiamo ad incrociare il sentiero dell Alta Via del Lario che seguiamo fino alla sella dell'Avertai ( 2.219 mt ).
Continuiamo poi sul sentiero dell' Alta Via , sempre con il Lario placido alla nostra sx e le arcigne pareti verticali della testata di granito sulla dx, fino a giungere, tra numerosi saliscendi e dopo aver oltrepassato la deviazione che, scendendo , porta al rifugio Pianezza attraverso la Val Ingherina, ad una nuova sella che separa la Val Ingherina dalla Val Cavrig.
In breve, siamo ai 2.130 metri del bellissimo ed aspro Lago Cavrig.
Qui incrociamo le prime anime vive, quattro escursionisti che dalla Val Darengo sono diretti al rifugio Pianezza.
Si stanno godendo la vista dei laghi...
Dopo i saluti di rito, proseguiamo nel bel vallone che ci porta, prima perdendo quota e poi attraverso una decisa risalita su vallone erboso all'intaglio della bocchetta di San Pio, 2.182 metri, splendido balcone sulla Val Darengo , sul suo lago e sulla Capanna Como.
Sulla nostra dx, la bella cresta e la vetta del Pizzo San Pio, che sarą la nostra seconda vetta di giornata.
Traversando a dx su stretta ed esposta cengia erbosa ci portiamo dalla bocchetta alla dorsale di cresta del pizzo San Pio.
La risaliamo prima attraverso ripida traccia su prato e qualche roccetta e poi sul filo ( roccette, max I ) che ci porta alla stretta vetta.
Grandiosa la vista che ci regala !
Il lago Darengo sotto di noi, a ovest il pizzo Campanile ed il Cardinello , a est Disgrazia , Rabbi, Ledł, a Nord le vette dello Spluga e chi pił ne ha .....
Ora ci aspetta la lunga discesa.
Ridiscendiamo la cresta ed invece di seguire la traccia di sentiero proseguiamo sulla cresta che collega il Pizzo San Pio alla bocchetta antecedente quella della Crocetta ( qualche passaggio 1+ in discesa ).
Da qui attraverso dorsale erbosa prima, e risalita ripida poi ( qualche roccetta ) giungiamo all'ultima bocchetta della giornata , quella della Crocetta , a 2.180 metri, che separa la Val Bodengo dalla Val Darengo.
Ridiscendiamo verso la Val Bodengo a Nord e superiamo un risalto roccioso ( ancora 1 + in discesa ) per poi giungere al lungo pedio detritico discendente, autentico spaccagambe.
Scendendo incontriamo gli alpeggi di Corte Prima ( 1.540 mt ) , le belle baite di Corte Terza ( 1.190 metri ) e finalmente il paesino di Bodengo .
Finita ?
Magari...
Altri due Km su strada cantonale per arrivare di nuovo al parcheggio di Pra Pincčč.
Che dire ?
Anello fantastico, 2 cime, 4 bocchette, 2 laghi ( 3 se ci mettiamo pure il Lario.... ) , 3 valli, oltre 2.300 metri di dislivello per circa 23 km di estensione.
Un ambiente selvaggio ed incontaminato, spettacolare nella sua aspra ma allo stesso tempo dolce bellezza.
E, dulcis in fundo, un cielo blu da far male gli occhi.
Cinque stelle ?
No, dieci, tutte e meritate....

Alla prossima !

partecipanti : Calimero e Saldeg

FOTO 1 Il bivacco Ledł con il Lario sullo sfondo
FOTO 2 salendo al Pizzo Rabbi
FOTO 3 La vetta del Pizzo San Pio
Report visto  2294 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport