Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Ferrata Corna delle Capre e Corno Del Bene- Monte Guglielmo, 10/10/2020
Inserisci report
Onicer  cri   
Gita  Ferrata Corna delle Capre e Corno Del Bene- Monte Guglielmo
Regione  Lombardia
Partenza  Zone - Cislano (area camper)  (800 m)
Quota arrivo  2000 m
Dislivello  1400 m
Difficoltà  EE
Rifugio di appoggio  Rif. Almici
Attrezzatura consigliata  set da ferrata
Itinerari collegati  nessuno
Condizioni  Buone
Valutazione itinerario  Buono
Commento Un'idea divertente per salire al monte Guglielmo percorrendo le sue due ferrate, che seppur non molto lunghe, offrono passaggi divertenti e non sempre banali.
Partiamo poco sopra Cislano, superando di circa 1.5 km l''area camper, parcheggiamo e da li seguendo la strada e i cartelli segnaletici giungiamo all'attacco della via ferrata della corna delle capre in meno di mezzora.
La ferrata Ú verticale, atletica ed agevolata dai pioli ed ha un'ottima esposizione alla luce solare. Una volta terminata si segue il cavo lungo un pendio erboso e poi roccioso, si costeggia la parete rocciosa e da li si segue un bel sentiero nel bosco bollato di grigio sbadito (talvolta si superano alberi divelti).
Avendo letto diversi report poco confortanti sulla logicitÓ del percorso per arrivare all'attacco della ferrata del corno del Bene, decidiamo di evitare qualsiasi ravano e seguire il bel sentiero che tende a scendere.
Fare solo attenzione ad un certo punto dove ci si trova a sx il sentiero bollato bianco e rosso che scende nella vallata (da non percorrere) ed un'esile traccia che sale a dx, si scavalca un albero divelto e da li si seguono i bolli blu che ci condurranno a quota 1.200 m. Diversamente da conoscenti e dai ragazzi incontrati in giornata sullo stesso percorso noi non siamo stati alti (dal loro racconto si Ú capito che hanno ravanato parecchio e si sono trovati spesso ad attraversare tratti impervi) ma abbiamo seguito il bel sentiero CAI che ci ha riportati a quota 1.200 m sulla strada principale e sul sentiero dell'uccellatore ed infine all'attacco del Corno del bene (circa 1.00 h di passo sostenuto visto che si perde quota).
Concludiamo la giornata salendo al Monte Guglielmo e compiendo un interessante giro ad anello verso la forcella del Gasso (attenzione solo al tratto di sentiero 232 che risulta essere molto ripido e fangoso).
Una bella giornata piena a due passi da casa.
Con Lidia e Salvatore

Foto 1: sviluppo della ferrata delle capre
foto 2: Scorci sul lago di Iseo
Foto 3: Lidia sul Corno del Bene
Report visto  1942 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport