Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Ciima Pizaaotti Occ.e Orient. Cima Giarolo Pizzo Paradiso Falso e Pizzo di Trona, 11/06/2017
Inserisci report
Onicer  Claudio2169   
Gita  Ciima Pizaaotti Occ.e Orient. Cima Giarolo Pizzo Paradiso Falso e Pizzo di Trona
Regione  Lombardia
Partenza  Cusio (curva degli Sciocc)  (1540 m)
Quota arrivo  2510 m
Dislivello  2000 m
Difficoltà  F
Rifugio di appoggio  Rifugio Benigni
Attrezzatura consigliata  Imbrago e corda 30 mt
Itinerari collegati  nessuno
Condizioni  Buone
Valutazione itinerario  Ottimo
Commento Questa bella attraversata parte dalla Cusio (curva degli Sciocc) si sale fino al passo di Salmurno seguendo la bastionata si prende il prino canalino segnato da Treviolo. Si sale su vecchio sentiero con brevissimo passaggio di II- fino a raggiungere la cima orientale di Piazzotti. Superiamo il bel rifugio Benigni e risaliamo la cima Piazzotti Occidentale con bella croce da qui si vede bene tutta la cresta che ci aspetta. Scendiamo alla bocchetta di Trona e iniziamo la salita su sentiero per abbandonarlo mantenendoci fedelmente in cresta . Si sale fino alla cima di Giarolo per scendere alla bocchetta e risalire il Pizzo Paradiso brevi passaggi di II-. Davanti a noi abbiamo altra quota che superiamo senza particolari difficolta fino a trovarci il Falso di Trona davanti a noi . La via di salita si releva man mano che ci avviciniamo piegiamo su un canalino erboso orientale per costeggiare la cresta che precipita sulla profonda spaccatura fino a raggiungere la cima con omino. Ricerchiamo l'unico passaggio che salta la profonda spaccatura per scendere dal versante opposto lungo lo spigolo , qui la roccia e decisamente malsana bisogna tastare bene dove appoggiarsi per disarrampicare una paratine che ci deposita suna placca inclinata. Si scende all'inizio del canalone verso il lago Rotondo aggirando il dentino di Trona. Individuamo una salita lungo tratto molto disconesso e rocce malsane d'obbligo il caschetto si sale su dritti senza una via logica , un vecchio chiodo lungo il percorso a darmi quasi sicurezza che siamo sulla retta via (II+). Raggiungo la grossa placca sul versante SW per aggirarla lungo una spaccatura obliqua. Tagliando in obliquo ci colleghiamo sulla via della cresta est appena sotto il grosso omino si vede anche la croce e la soddisfazione tanta . Dopo quasi 6 ore siamo sul Pizzo Trona. Ora meritato riposo e iniziamo la discesa lungo il versante nord ben segnalato e con divertente tratto attrezzato sulla famosa placconata. Raggiungiamo la casa dei custodi della diga d'Inferno e seguiamo il sentiero fino al lago Zancone , risaliamo la lunga val Gerola per ritornare su alla bocchetta di Trona. Scendiamo lungo il sentiero dei Vitelli che evitare di tornare al rifugio. Lunghissima e appagante cavalcata , un saluto agli On-icer incontrati.
Report visto  1750 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport