Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Traversata P.zo Poris 2712mt - M. Grabiasca 2705 mt, 03/09/2016
Inserisci report
Onicer  Claudio2169   
Gita  Traversata P.zo Poris 2712mt - M. Grabiasca 2705 mt
Regione  Lombardia
Partenza  Grabiasca fraz. di Gandellino  (766 m)
Quota arrivo  2705 m
Dislivello  2497 m
Difficoltà  F
Rifugio di appoggio  Baita Cardeto (aperta)
Attrezzatura consigliata  Caschetto
Itinerari collegati  nessuno
Condizioni  Buone
Valutazione itinerario  Buono
Commento Avevo già tentato questa traversata ma il meteo e la perdita dei bolli mi aveva fatto desistere.
Questa volta siamo più determinati il meteo è quasi lo stesso si parte dalla frazione di Grabiasca lungo il sentiero 255 fino alla forcella del monte Ceppo. Il sentiero è ben nascosto così come i bolli ci perdiamo ben tre volte prima di arrivare alla forcella del monte Ceppo. Perdiamo brevemente quota fino a superare sulla sinistra un canalone di sfasciumi , abbandoniamo il sentiero per il passo di Valsecca. Da qui risaliamo tra roccia e erba un ripido muro sotto i contrafforti del Poris. Una piccola breccia sulla destra ci indica il passaggio . Lo risaliamo fino ad incontrare un grosso omino. Proseguiamo fino alla croce di vetta. Dopo il doveroso spuntino cerchiamo di capire la via da fare , il primo crinale è da superare poi si dovrebbe stare in cresta. Le nebbie un pò ci nascondono la via quindi optiamo per stare sotto la cresta nel circo morenico sottostante l'anticima del Grabiasca. Andiamo a vedere anche una possibile variante ma senza corda meglio non avventursi. Mauro indica un dentino che è meglio tralasciare risaliamo quindi alla sua sinistra fino a giungere su un ampia cresta fino all'anticima N.
Proseguiamo mantendeoci in cresta fino a scendere su un intaglio molto sfasciumato , ci manteniamo a destra per risalire su ampi cengioni fino alla vetta del monte Grabiasca segnato da un bell'omino. Foto di rito e proseguiamo per l'anticima con croce. Ci soffermiamo per una lunga pausa i metri di dislivello iniziano a sentirsi. Scendiamo a destra mantenendoci quasi sul filo del crinale che cade con i suoi ignoti canali N. Non ci sono molti omini all'inizio poi compaio e li seguiamo fino all'appendice del monte Reseda dopo una lunga perdita di quota.
Ultima risalita e siamo sulla terza cima della giornata. Le nebbie provenienti dalla valseriana trovano sbarramento lungo la cresta che diparte dal passo Portula che in breve raggiungiamo.
Finalmente inizia la discesa per la Ripa di Gromo , ci soffermiano alla Baita Cardeto (aperta) per una bella bevuta. Arrrivati alla Ripa non ci resta che prendere l'auto e recuperare l'auto di Mauro a Grabiasca. In totale percorriamo 23,4 km e 2497 mt di dislivello positivo. Ottimo giro in compagnia di Mauro.
1 - Verso il Pizzo Poris
2 - Il Pizzo Poris e la cresta
4 - Verso il Monte Grabiasca
Report visto  1759 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport