Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Passo Rotondo-Poncione di Maniņ, 09/02/2020
Inserisci report
Onicer  fabio62      
Gita  Passo Rotondo-Poncione di Maniņ
Regione  Svizzera
Partenza  All'acqua  (1600 m)
Quota arrivo  2900 m
Dislivello  2100 m
Difficoltà  OSA
Esposizione in salita  Varia
Esposizione in discesa  Varia
Itinerari collegati  nessuno
Neve prevalente  Farinosa
Altra neve  Trasformata
Rischio valanghe  2 - Moderato
Condizioni  Ottime
Valutazione itinerario  Eccezionale
Commento I giorni grandi..... oggi ne abbiamo vissuto uno.
Mi aggrego timorosamente al progetto di Stefano per una traversata in bedretto veramente unica...
Si parte da all'acqua a -7, traccia dura ma saliamo dal vallone sotto la piansecco e proseguiamo per l'itinerario alto del rotondo che abbandoniamo a quota 2500 per puntare a sinistra alla spalla del chuenbodenhorn, l'ultimo pezzo č ripido e si fa sci in spalla con piccozza e ramponi (quota 2900 2 ore e 15).
Ci troviamo sotto la cima del suddetto, sopra il passo rotondo e ora si parte per la prima discesa verso nord nella hinter berg, la neve č varia ma sempre molto bella e portante.
Arrivati in fondo valle si attraversano varie slavine con il maestoso versante nord del choenbodenhorn che , ricco di fiamme rocciose ricorda vagamente i circhi del bianco, una meraviglia.
Scendiamo fino a quota 2100 e quando la valle piega verso nord davanti a noi, verso sud, si apre l'ampio vallone che sale al geren pass e con 800 D+ al Maniņ.
Si ripella e c'č un vento gelido ma la neve non necessita di rampanti.
Arriviamo quindi sotto il Poncione di Maniņ e guadagnamo la cima velocemente (4 ore e 2100 D+).
Si vede dove eravamo la mattina e la soddisfazione č palpabile ma non č ancora finita...
Scendiamo al passo di Maniņ, entriamo nel canale per vedere le condizioni......a dir poco commoventi, moquette a pelo raso per tutto il ripido canale ma in fondo guai a farsi ingolosire fino al pianoro sottostante perchč la sorpresa rocciosa č li che ci aspetta.
Per fortuna alcune tracce ci fanno sospettare e quindi usciamo a destra per scendere su pendii visibili, da sotto si vede bene lo scmpatopericolo che ci avrebbe obbilgato ad una risalita.
Proseguiamo sul pianoro sottostante con splendida neve polverosa e poi nel ripido bosco sempre in ottime condizion fino alla macchina.
Questa gita ce la ricorderemo per parecchio, tutto andato alla perfezione... sicurezza, salita, discesa, ovviamente solo io, Stefano e Nicola sul percorso, altri sulle classiche del posto ma non la ressa che mi aspettavo
Report visto  788 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport