Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Piz d'Emmat Dadora, 01/12/2018
Inserisci report
Onicer  FraSor      
Gita  Piz d'Emmat Dadora
Regione  Svizzera
Partenza  La Veduta  (2233 m)
Quota arrivo  2850 m
Dislivello  900 m
Difficoltà  MSA
Esposizione in salita  Nord-Est
Esposizione in discesa  Nord-Est
Itinerari collegati  nessuno
Neve prevalente  Farinosa
Altra neve  Farinosa
Rischio valanghe  2 - Moderato
Condizioni  Ottime
Valutazione itinerario  Ottimo
Commento Partiamo da La Veduta intorno alle 9:00, davanti a noi nessuno ma alcune nuvole basse ci fanno compagnia per tutta la prima parte della gita facendoci un po' temere per la qualità della neve e della discesa.
Il manto nevoso si presenta da subito farinoso (lievemente appesantito sulla prima mezzoretta di salita, fino a quota 2400 circa).
Passati di fianco al Coluonnas scendiamo verso il ponticello che passa sopra l'Eva Cheda (torrente che arriva dal Leg Grevasalvas) dopo aver fatto il breve pezzo di discesa senza togliere le pelli grazie alla neve che si rivela finalmente bella farinosa.
Attraversiamo il ponte mentre vediamo i fiochi raggi di alba sul primo sprazzo che si apre nelle nuvole basse, ci teniamo sulla direzione del ponte fino ad arrivare all'ampio canalone che costeggia la dorsale del Dadora. Qui la neve è ancora ben farinosa e risaliamo verso il pianoro che conduce ad un più impegnativo (seppur breve) tratto di canale ad elevata pendenza.
Le nuvole si diradano in pochi minuti rivelando la bellezza del paesaggio circostante, nel frattempo togliamo gli sci e superiamo a piedi il tratto esposto.
Giungiamo quindi alla risalita finale sulla dorsale Nord che facciamo in tutta tranquillità sempre su neve abbastanza farinosa, troviamo alcuni punti di accumulo ventato che risultano più compatti, ma prevale sempre la componente farinosa.
Scendiamo per l'itinerario di salita alle 11:30, concedendoci qualche attimo di adrenalina responsabile lungo il canalino più esposto (pendenza superiore ai 45°).
Sviluppo di circa 10km, tra tutti i tratti di risalita anche in discesa (ripelliamo in zona ponticello per risalire la dunetta che costeggia il Coluonnas) dislivello complessivo di circa 900m.
Incontriamo altri due gruppetti di scialpinisti (3 e 4) che risalgono verso le 12:00; dati gli accumuli non ancora consolidati e l'assenza di scariche evidenti il rischio nelle ore centrali sarebbe da riconsiderarsi al rialzo.

FOTO 1: ultimo di tratto di risalita dell'ampio canalone prima del pianoro.
FOTO 2: uscita dal tratto più verticale
FOTO 3: battesimo dell'itinerario
Report visto  2460 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport