Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Corno settentrionale di Sardegnana e vallone della Pioggia, 07/05/2016
Inserisci report
Onicer  fabiomaz      
Gita  Corno settentrionale di Sardegnana e vallone della Pioggia
Regione  Lombardia
Partenza  Carona  (1110 m)
Quota arrivo  2420 m
Dislivello  1330 m
Difficoltà  BSA
Esposizione in salita  Nord-Ovest
Esposizione in discesa  Nord-Ovest
Itinerari collegati  nessuno
Neve prevalente  Trasformata
Altra neve  Trasformata
Rischio valanghe  1 - Debole
Condizioni  Buone
Valutazione itinerario  Ottimo
Commento Itinerario breve ma completo. Si parte da Carona in scarpe leggere e si spalla fino alla fine del lago di Sardegnana. Trovo sempre che la salita dal sentiero sia veloce e non troppo faticosa se fatta in scarpe leggere.
Dalla fine del lago si calzano gli sci e si risale il vallone, passando tra suggestivi massi e sotto la nord del Becco.
Sabato a farmi compagnia c'era la scia di discesa di Franco del giorno prima. Giunti proprio sotto l'ultimo strappo per il passo si prende il canale che sale a sinistra in direzione dei Corni di Sardegnana, reportizzato un po' di anni fa da Stambek&Co (200 m, PD, sufficiente una picca).
Nel canale si sale in direzione della cresta ignorando una prima deviazione a destra (grottone) e una seconda. Quest'ultima porta verso la cima principale dei Corni con qualche passo di roccia in cresta (II).
Salendo invece dritti si arriva a una bella piattaforma proprio al culmine di quello che è il vallone di discesa (il nome "della Pioggia" non ricordo se me l'aveva suggerito Guidoval o altri, insomma è il vallone compreso tra quello di Sardegnana e il più noto "Vallone").
Dalla piattaforma, sci ai piedi, si percorrono pochi metri di cresta e si scende per una quindicina di metri il pendio ripido (45-50°) tra roccette. Questo breve tratto si può facilmente scendere a piedi. Sotto le pendenze scendono a quelle di una bella pista rossa.
Due fasce rocciose interrompono la discesa. La prima si passa al centro per breve canalino (35°). La seconda, più pronunciata, si passa tutti a destra con un brevissimo passaggio ripido su colata di ghiaccio (3 metri).
600 metri di firn spettacolare e omogeneo. Una goduria.
Visto il finale di stagione gli ultimi 100 metri sci ai piedi si fanno ravanando un po' tra gli arbusti.
Giunti a un roccione piatto caratteristico nel mezzo di un pianoro a quota 1700 si torna in modalità scarpe da running. A 10 metri dal roccione si incrocia un sentiero segnato che porta verso il Calvi.
Lo si segue per una cinquantina di metri e ci si abbassa al pianoro sottostane dove ci sono dei resti di baite. Si segue il pianoro stando al limite del bosco in direzione di Carona (ovest). Al termine del prato un sentiero comodo e ampio porta brevemente all'"estivo" del Calvi e a Carona.
Bell'itinerario e bella sciata, seppur breve.

foto 1: nel vallone di Sardegnana.
foto 2: nella parte centrale del canale
foto 3: la parte alta, circa metà, del vallone di discesa.
Report visto  1710 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport  Clicca qui per andare al foto-report