Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Pes Gerna, dalla Val Sambuzza, e traversata M. Masoni-Cima Venina
Zona  Lombardia - Orobie
Partenza  Carona
Quota partenza  1150 m
Quota arrivo  2663 m
Dislivello  1700 m
Difficoltà  EE
Rifugio di appoggio  Rif. Longo
Attrezzatura consigliata  Normale da escursionismo
Orario indicativo 3h e 15' al Pes Gerna+1h e 30' alla Cima Venina
Periodo consigliato Estate-Autunno
Descrizione Acquistato il “gratta e sosta” (2 euro) presso i bar del paese, parcheggiare al tornante con le indicazioni per i rif. Longo e Calvi.
Continuare lungo la strada che conduce alla frazione Pagliari e proseguire superando la bella cascata della Val Sambuzza, fino alla località Dosso (1475 m). Qui prendere a sx il sentiero 209 (indicaz. Val Sambuzza). Esso sale nel bosco e si raggiunge così prima la Baita Vecchia (1862 m), e poi la Baita Arale (1985 m). All’inizio della piana, nei pressi di un ometto, abbandonare il sentiero 209, piegare a dx e attraversare una zona un po’ umida, cercando di individuare una traccia di sentiero non molto evidente (qualche bollo e ometti) che sale sempre più ripida e diagonalmente fino a raggiungere la linea di cresta che conduce al Pes Gerna. La traccia si fa via via più evidente e si vedono sempre bene bolli e ometti. Sempre su pendenze molto sostenute, si arriva sulla cresta; seguirla piegando quindi a sx, individuando un grosso ometto e, più lontana, la croce di vetta. Si prosegue tra erba e faticose pietraie e, dopo aver superato un paio di elevazioni, si arriva sulla vetta.

DISCESA: Per l’it. di salita. Oppure, scelta consigliatissima, traversare fino al Monte Masoni (2663m) e alla Cima di Venina (2624m): scendere dal lato opposto della cresta, su un’esile traccia di sentiero, fino alla sottostante selletta. Quindi salire sempre seguendo la traccia, superando qualche facile roccetta. Dopo un primo ripido tratto, si prosegue facilmente lungo la cresta fino a raggiungere la croce di vetta del M. Masoni. Da qui scendere lungo la cresta opposta a quella appena salita, su facile terreno prativo, e, con qualche saliscendi, raggiungere la base della facile cresta erbosa del Monte Venina, raggiungendone così la vetta. Scendere poi al Passo Venina e seguire quindi il sentiero 254 che porta sulla strada, circa 1km più sotto il rif. Longo.
Valutazione itinerario  Buono
Commento  Il Pes Gerna non è nominato sulle mappe escursionistiche, ma meriterebbe di esserlo in quanto da qualche tempo ha una sua croce di vetta e si trova lungo un bellissimo percorso ad anello che permette di concatenare diverse cime. Sicuramente soffre la vicinanza con cime più conosciute e frequentate, come il M. Masoni, la Cima di Venina o il Pizzo Zerna. Ma è una cima molto panoramica ed è un peccato che venga così poco salita dagli escursionisti. L’anello qui proposto, con meteo buono, merita davvero di essere compiuto.

FOTO 1: Il crestone di salita finale al Pes Gerna.
FOTO 2: Dal Pes Gerna, vista sulla cresta di salita per il Monte Masoni.
FOTO 3: Croce di vetta della Cima Venina, con in primo piano il Monte Masoni.
Itinerario visto  599 volte
Immagini             

[ Clicca per ingrandire ]
Report collegati
01/10/2022  -  Pes Gerna, dalla Val Sambuzza, e traversata M. Masoni-Cima Venina, di Fedora