Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   CORNIZZOLO - M. RAI., 27/11/2017
Inserisci report
Onicer  sergio meroni
Regione  Lombardia
Partenza  Lago del Segrino  (390 m)
Quota massima  1261 m
Dislivello  1080 m
Sviluppo  28 km
Tipologia  AM - All Mountain
Difficoltà  IV / S3+ ( S3+ )
Itinerari collegati  nessuno
Condizioni Salita  Ottime
Condizioni Discesa  Ottime
Valutazione itinerario  Ottimo
Commento Itinerario fatto il 3 Novembre 2017
Accesso
Como – Erba – direzione Canzo – Ghisallo con punto di partenza dal Lago del Segrino in corrispondenza della foce di lago.

Note
Per tutta la salita e per i tratti a spinta, è richiesta una più che ottima preparazione fisica.
Dislivello tot. m. 1080 salita e discesa
Quota massima m. 1261
Distanza totale del giro Km 28 Non sono molti ma vi assicuro sono più che sufficienti per questo giro.

Breve descrizione
Dopo un giro del lago. Si parte subito in salita e con una pendenza molto marcata e continua per un lungo tratto, poi ci si abitua a spingere con forza sui pedali, e solo in prossimità del rifugio finalmente si prosegue per qualche breve tratto anche in piano. Senza possibilità di errori di tracciato si arriva così alla piana dove è collocato il Rifugio Consiglieri.
Facoltativa è la salita alla cima del Cornizzolo. ( tutta la salita è a spinta e con qualche passaggio con bike in spalla ). Ottimo il panorama dalla cima.
Discesa
Dalla cima, per un buon tratto, si scende in sella solo per brevissimi tratti, poi però, arrivati all’inizio dei protoni, tutto cambia, e scendere fino alla piana è uno spasso.
Ora dalla chiesetta, si riprende a salire, per sterrato, in direzione della torre di comunicazioni, ma solo fino alla quota 1173 (presenza di cartelli indicatori dei sentieri). Ci si addentra nel fitto bosco, ma solo per un brevissimo tratto, poi usciti sul prato a spinta si raggiunge la cima del Monte Rai.
Bellissimo il panorama dalla cima sulle montagne circostanti, ma che stupisce e sbalordisce è la vista sottostante sulla città di lecco e il lago. Ne è valsa la mena puntare anche a questa meta.
Discesa
Puntando ora in direzione del Cornizzolo si scende nuovamente alla piana per l’altro versante della montagna, questa volta con pochissimi tratti dove si deve scendere dalla bike.
Giunti nuovamente alla piana, si rientra verso il punto di partenza, ma scendendo verso valle solo per un breve tratto, abbandonando la strada asfaltata, in corrispondenza di una curva dove è ben visibile la presenza di un cartellone informativo e di una rampa di lancio per parapendio. Scavalcata la protezione si inizia l’ultima parte della discesa e rientro al Segrino. All’inzio il sentiero è poco evidente, ma solo per un brevissimo tratto, poi tutto diventa più semplice anche se mai banale la discesa verso valle. Primo cambio di direzione a destra a quota 890 – altro cambio direzione verso valle a quota 920 nuovo cambio di direzione a sinistra per sentiero a quota 680 - poi dopo una discesa lungo dei ripidi tornantini, si arriva alla chiesetta e si prosegue verso valle lungo la Via Crucis e le cappelle votive. Si arriva di seguito su una ampia strada sterrata di servizio per la cava e con logica si rientra al Segrino.
Questa ultima parte della discesa, dalla rampa di lancio fino alla chiesetta non è per nulla banale. E’ necessaria una buona tecnica di guida e padronanza sicura della bike. Non ci sono pericoli di rilievo, ma il sentiero è alle volte abbastanza stretto e con qualche insidia nascosta, quindi, fare attenzione e mai abbassare l’attenzione.
Nota aggiuntiva
Un Grazie a Berus per le informazioni per questo giro.
Di tutti quelli che ho già fatto con meta Cornizzolo, questo è senza dubbio il più bello e logico.
Se desideri ricevere la traccia GPX invia una e-mail a lariomountainbike@libero.it
Ciao Sergio
Report visto  856 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport