Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Cadin di San Lucano: vie normali su neve e su roccia, 06/09/2009
Inserisci report
Onicer  al   
Regione  Veneto
Partenza  Misurina (Lago Antorno)  (1800 m)
Quota attacco  2500 m
Quota arrivo  2839 m
Dislivello della via  350 m
Difficoltà  PD- ( pendenza 40° / II in roccia )
Esposizione in salita Nord-Ovest
Rifugio di appoggio  Fonda-Savio
Attrezzatura consigliata  Picca e ramponi per la normale su neve, e comunque se la parte finale del canale e' innevata; corda e cordini per improvvisare qualche breve doppia se si scende per la normale su roccia.
Itinerari collegati  nessuno
Rischio valanghe  1 - Debole
Condizioni  Mediocri
Valutazione itinerario  Buono
Commento Senza fare un viaggio lungo apposta per andarci, che a mio avviso sarebbe eccessivo (tranne forse per la versione scialpinistica), se vi capita come a me di essere dalle parti di Misurina e di avere una mattinata di bel tempo a disposizione, considerate la possibilita’ di salire sulla cima piu’ alta dei Cadini, decisamente appartata perche’ la ferrata e le vie su roccia piu’ gettonate arrivano altrove. La chiave per l’accesso facile alla cima e’ arrivare a Forcella Alta, da cui facili gradoni di roccia solida (I e II) portano in cima seguendo gli ometti.

Se il canale che dal Vallon del Nevaio porta alla forcella e’ innevato, la cosa piu’ facile e’ salirlo (40 gradi, forse 45 alla fine), seguendo la “via normale su neve”, relazionata sul sito vienormali.it. A me il gestore del Rifugio Fonda-Savio garantisce che il canale e’ ghiacciato, anche se non scoperto, e me lo sconsiglia. In realta’ dalla base vedo il canale innevato fino ad un certo punto e poi roccia nuda (anche se non sembra troppo difficile); seguo comunque il consiglio e ripiego sulla “via normale su roccia”.

Qui la cosa si fa interessante perche’ la relazione di vienormali.it (cosi’ come una vecchia e stringata relazione di discesa di Gino Buscaini) dice di seguire le rocce sulla sinistra del canale (salendo). Anche se certamente non sbaglia (c’e’ tutta la montagna sulla sinistra!) e’ fuorviante perche’ la parete che chiude il canale da quel lato ed il corrispondente sperone (in parte staccato dal resto della montagna da una fenditura, foto 2) non sembrano certo posto dove andare a divagare. Leggermente piu’ utile il termine “rampa” usato dal gestore, che mi convince del fatto che ci si debba infilare nella parete sulla sinistra della fenditura. Inoltre, sia il gestore sia la relazione danno I grado friabile. In realta’ incontro dei salti quasi verticali di II pieno, per fortuna su roccia solida, alternati a delicati traversi verso destra (cioe’ verso il canale). Per un po’ non vedo ometti e mi preoccupo, poi compaiono e la musica non cambia. Un ultimo traverso esposto su cengia sotto uno strapiombo, che obbliga a sporgersi fuori ed in cui mi pento dei bagordi della sera prima, porta indovinate dove? In pieno canale, poco sopra la fine della parte nevosa! Da qui brevi salti (II) alternati a delicati sfasciumi portano in forcella.

In discesa sto per ripercorrere la via di salita quando fortunatamente alcuni neuroni si svegliano dal torpore, mi ricordo di avere sulle spalle picca e ramponi e, infilati questi, provo a scendere il salto non percorso in salita che porta sulla neve, che in realta’ si rivela facile (I+), e mi consente una discesa piu’ tranquilla nel canale (faccia a monte, quasi mai ghiaccio e comunque non duro).

Foto 1: visto dalla base delle Tre Cime, il Cadin di San Lucano domina il gruppo dei Cadini; Forcella Alta (non visibile) lo separa dalla cima a destra (Cima Eotvos), sotto si vede il Vallon del Nevaio.

Foto 2: sulla destra il canale della via normale su neve, delimitato a sinstra dallo sperone a sua volta delimitato a sinistra dalla fenditura sulla cui sinistra sale la via normale su roccia.

Foto 3: nel canale, vista verso la parte scoperta prima di Forcella Alta.

Report visto  2036 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport