Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Salita integrale versante sud Pizzo Tre Signori, 22/04/2018
Inserisci report
Onicer  M.Serafini   
Regione  Lombardia
Partenza  Costa (Valtorta)  (1150 m)
Quota attacco  1600 m
Quota arrivo  2554 m
Dislivello della via  950 m
Difficoltà  D ( pendenza 55° / IV- in roccia )
Esposizione in salita Sud-Ovest
Rifugio di appoggio  nessuno
Attrezzatura consigliata  Ramponi e piccozze tecniche, dadi, friends medio-grandi, chiodi da roccia
Itinerari collegati  nessuno
Rischio valanghe  2 - Moderato
Condizioni  Discrete
Valutazione itinerario  Ottimo
Commento Reazione tecnica: il primo tiro di corda supera il muro ghiacciato che si presenta a mo' di seracco (15 m, fino a 80 gradi se superato sul lato dx, quasi strapiombante sul lato sinix). Si perviene ad un grande pianoro prodotto dal flusso nevoso della valanga, che riempie (crediamo decine di metri di spessore) il fondo del canalone facendo "risacca" sulla curva a gomito da cui precipita a formare il muro-seracco. Il canale e' inizialmente largo e comodo (30-40 gradi) su neve compatta, e si rialza in pendenza e restringe in larghezza progressivamente. Si lascia a sinistra un ramo laterale ripido ed incassato che sale direttamente ai pendii soprastanti e si continua nel solco principale che delimita il contrafforte del Pizzo di San Giovanni. Si risale la profonda rigola fino a varie strozzature che si superano in sequenza (la piu' difficile IV su masso incastrato, pendenze di insieme a 45-50 gradi con muretti a 60-65) fino ad una biforcazione, da cui si tiene il ramo a dx, adiacente i pendii finali del San Giovanni. Entrati nel catino finale non si punta al colletto che unisce il San Giovanni alla parete del Tre Signori, bensi' si piega a sinistra a raggiungere in traverso un pulpito erboso. Da qui si risale la costola erbosa fino al suo apice alla base dei salti rocciosi verticali, e si traversa (delicato ed esposto) su pendio nevoso ad imboccare il canale che solca la bastionata rocciosa. Il canale offre pendenze fino a 50 gradi con alcuni salti rocciosi intermedi non difficili ma delicati (fino a III): tenendo gradualmente verso sinistra si perviene ad una costola che emette verso sinistra ad un altro canalino che sbocca su un pendio aperto piuttosto ripido (50 gradi) ed esposto, solcato da una profonda rigola, adducente ad una fascia rocciosa incisa da uno stretto canalino (questo e' probabilmente il pendio percorso dal sentiero 101). Si sosta alla base sotto uno strapiombo (chf lasciato). Un tiro di corda (60 m, 55-60 gradi, varie strozzature rocciose fino al III), sosta su chiodi (1 chf lasciato). Un secondo tiro di corda nel canalino fino a pendii piu' aperti con roccette miste a erba (un misto a 55-60 gradi, delicato, 1 ch, sosta su friends). Un terzo tiro di corda su prato ripido (grass-tooling) fino ad un comodo pulpito da cui si vede la cupola sommitale e la croce. Si prosegue direttamente a monte del pulpito su pendii erbosi fino alla base della cupola, che si supera con una strategia a zig-zag (per restare in tema...) aggirando i vari salti strapiombanti. Si inizia tendendo a sinistra per canalino erboso, poi si segue a destra sopra la barriera rocciosa infilandosi in un canale aperto (ignorando una cengia che leva verso destra): alla biforcazione si lascia il ramo di sinistra con masso incastrato per prendere il ramo di destra sbarrato da un corto salto verticale. Si sosta alla sua base su dadi e friends, si supera il salto (IV) e si prosegue su pendii erbo-rocciosi per l'intero canale fino ad una comoda cengia. Dalla sosta (dadi) si prende l'ultimo canalino a sinistra che dopo un saltino (III) immette al pendio finale sottostante la cornice (poco pronunciata) a pochi metri dalla croce di vetta.

Tempo impiegato: ore 6:30 dall'attacco alla vetta
Chiodi usati: 6, di cui 5 per le soste, 1 per progressione
Chiodi lasciati: 2 alle soste
Usati dadi e friends medio-grandi, una vite da ghiaccio per il seracco

Relazione completa:
http://forum.valbrembanaweb.com/alpinismo-arrampicare-valle-brembana-f125/nuova-via-pizzo-dei-tre-signori-zigzag-t10841.html

Video: https://www.youtube.com/watch?v=Y4mM-jz-9RA

Salitori: M+L, Serafini; D, Brignoli; E, Cavenati
Report visto  989 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport  Clicca qui per andare al foto-report