Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Via Senza chiedere il permesso - Castel Presina, 06/11/2022
Inserisci report
Onicer  merenderos   
Regione  Veneto
Partenza  Caprino veronese (frazione Spiazzi) (790m)
Quota attacco  640 m
Quota arrivo  790 m
Dislivello  150 m
Difficoltà  D / 6a+ ( 5c obbl. )
Esposizione  Sud
Rifugio di appoggio  Nessuno
Attrezzatura consigliata  N.d.arrampicata. Dadi e friends inutili
Itinerari collegati  nessuno
Condizioni  Buone
Valutazione itinerario  Ottimo
Commento Bella parete rossa molto verticale, con ottima esposizione per il periodo invernale. Le vie non sono molte lunghe, ma all’uscita delle vie si trova una bella falesia (giardino della peonie), che permette di fare ancora qualche tiro, e riempire così la giornata.
L’arrampicata è sempre verticale su buone prese. La roccia è molto bella e con ottimo grip. Attenzione che in diversi punti ci sono sassi instabili. Casco obbligatorio.
La via è ottimamente protetta a spit artigianali. Soste a spit già collegate.
Arrivare a Caprino Veronese, e poi dirigersi verso la frazione Spiazzi. Prima di arrivarci si giunge al ristorante La baita, e si prende la strada a destra subito dopo (indicazioni per Broieschi, Porcino). La si segue in discesa. Al bivio si tiene la sinistra, e si prosegue fino a dove è possibile parcheggiare sulla sinistra lungo la strada. Da qui scendere nel bosco per tracce fino a reperire il sentiero sottostante, che si segue verso sinistra. S’incontra poco dopo una palina con indicazione Castel Presina. In una ventina di minuti si arriva sotto la parete. Si attraversa tutta la parete fino a portarsi all’estrema destra. Si supera la via evitando el frio (scritta molto sbiadita e cuoricino), si aggira lo spigoletto, e si arriva all’attacco, in prossimità di una grossa fessura (nome alla base)
L1: Salire in verticale nella fessura e poi spostarsi sulla parete di sinistra. Si rimonta una porzione più aggettante su buone prese e si sosta andando verso destra (25m, 5c+)
L2: Salire in verticale nel vago diedro e poi traversare verso destra. Con passo più delicato si arriva in sosta (25m, 6a)
L3: Si traversa verso destra qualche metro e poi si sale in verticale. Si supera un piccolo tettino su buona fessura e si arriva in sosta (30m, 5c)
L4: tiro di raccordo. Si seguono le corde fisse e un sentierino verso destra che portano alla base della parete successiva dove si sosta
L5: Salire in verticale la bella parete. Salire la placchetta più compatta fino allo spit più alto, e poi, traversare con molta attenzione verso destra fino alla sosta (zona molto friabile) (25m, 6a)
L6: Salire in verticale su placca fessurata, fino ad un piccolo bombè, preceduto da una placchetta liscia di aderenza. Superarlo verso destra e poi più facilmente in sosta (25m, 6a+)

DISCESA: Salire per traccia verso NW fino alla falesia. Da qui salire ancora verso sinistra fino ad un bivio: Se si scende verso sinistra (targhetta S4), si arriva al greto del ruscello per poi riprendere il sentiero e arrivare al parcheggio. Se invece si sale verso destra in breve si arriva alla strada principale e al ristorante La baita. Da qui per strada asfaltata si ritorna al parcheggio.

Foto1: attacco e L1
Foto2: in via
Report visto  374 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport