Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   materia esotica nel mondo quantistico - Vandea, 04/09/2021
Inserisci report
Onicer  merenderos   
Regione  Lombardia
Partenza  Albonico (Sonico) (300m)
Quota attacco  350 m
Quota arrivo  530 m
Dislivello  180 m
Difficoltà  D- / 6a+ ( 5c obbl. )
Esposizione  Est
Rifugio di appoggio  Nessuno
Attrezzatura consigliata  N.d.arrampicata. Inutili friends e dadi
Itinerari collegati  nessuno
Condizioni  Ottime
Valutazione itinerario  Ottimo
Commento Nuovo bel sito d’arrampicata con vista stupenda sul lago di Novate Mezzola. Tanti itinerari ben spittati di tutte le difficoltà. Ottimo nelle mezze stagioni e in inverno. La roccia è ottima, e ricorda quella del paretone di Machaby.
La via è protetta a spit. Inutili friends e dadi. Soste su spit o golfari da collegare.
Arrivati a Sonico proseguire per Albonico. Superare la chiesa e parcheggiare nel piccolo parcheggio. Salire per la strada e prendere subito dopo il sentiero erboso che passa davanti a casa ‘Simona’. Continuare in leggera discesa e poi attraversare il ponte verso destra. Continuare per sentiero fino ad un incrocio con tre strade. Si prende quella centrale che scende verso il lago. Qui il sentiero diventa meno evidente a causa della vegetazione. Seguire gli ometti passando su alcune placche con vista lago. Si arriva poi ad un canale un po' in secca che non va attraversato, ma si scende verso destra superando due alberi che sbarrano un po’ la strada. Scendendo per un centinaio di metri il sentiero si fa più evidente e si attraversa il canale verso sinistra. Proseguire in piano fino alla base della parete. Qui si arriva ad una sosta su 2 golfari e cordone rosso sbiadito, da cui ci si cala per 30 m, arrivando così alla partenza della via. Proseguendo dritto al canale si vedono degli ometti, che sono però quelli del sentiero di ritorno, da seguire a ritroso una volta usciti dalla via.
L1: Salire in verticale seguendo i golfari fino alla sosta da cui ci si è calati (30m 5c)
L2: Partenza verticale su buona presa e poi delicato ristabilimento. Salire in verticale fino ad una lama con spuntone. Superare un passo un po’ più duro, e poi più facile fino alla sosta (30m 6a)
L3: Salire e superare un tratto pianeggiante fino alla parete successiva. Superarla e sostare sulla pianta (25m 5a)
L4: Tiro chiave. Partenza su placca con piccole prese e movimenti delicati. Usciti si continua in verticale fino ad un traverso a destra su fessura che porta in sosta (25m 6a+)
L5: Alzarsi a destra della sosta e poi traversare decisamente a sinistra stando bassi su rocce rotte. Salire poi in verticale su un vago spigolo stondato fino alla sosta (30m 5b)
L6: Salire per balze più semplici fino ad una vaga cengetta. Qui non traversare a sinistra verso le soste ma proseguire dritti a destra di un piccolo mughetto. Continuare per terreno via via più facile fino ad un roccione finale, a ridosso del bosco, dove si trova la sosta (50m 5a).
DISCESA: Dalla sosta entrare nel bosco e scendere a sinistra per vago canale erboso e alberoso seguendo gli ometti. Questi riportano in breve al canale incontrato durante l’avvicinamento. Da qui a ritroso fino alla macchina per il sentiero dell’andata.
Foto1: In uscita da L2
Foto2: La paretina di L3
Foto3: Le balze finali
Report visto  479 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport