Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Cima Camoscio & pizzo Coca, 10/07/2021
Inserisci report
Onicer  Beps65   
Regione  Lombardia
Partenza  Valbondione (900m)
Quota attacco  2550 m
Quota arrivo  2805 m
Dislivello  250 m
Difficoltà  PD- / III+ ( II obbl. )
Esposizione  Sud-Est
Rifugio di appoggio  Curò - Coca
Attrezzatura consigliata  Casco, corda da 30m, qualche fettuccia.
Itinerari collegati  nessuno
Condizioni  Ottime
Valutazione itinerario  Ottimo
Commento Lunga ed appagante gita toccando alcuni dei luoghi più affascinanti e conosciuti delle Orobie Bergamasche, Raggiunto il Curò da Valbondione, ci fermiamo nell'accogliente rifugio per un caffè, a malincuore ripartiamo verso la traversata alta, raggiunto il passo, ci abbassiamo in direzione rifugio Coca fino alla bocchetta del Corno. La cresta che percorreremo è ben visibile, saliamo per i primi 200m su infida isiga, in poche parole una "viperavia" per fortuna senza incontrare nessuno de questi abitanti che non amo particolarmente. Finalmente tocchiamo le roccette, dapprima si sale quasi camminando, man mano i passaggi diventano aerei e da studiare, tutto sempre nell'ordine del primo, secondo grado, ogni tanto la strada è sbarrata da grossi massi aggirabili talvolta a destra oppure su roccia ottima ma esposta, arriviamo nei pressi dell'anticima, un enorme blocco sbarra la via, salgo la paretina verticale (penso III+) anche se aggettante sembra offrire buoni appigli, l'incognita è se tengono, dovendo passare per primo e non potendo proteggere. Faccio una prova, l'appiglio tiene, il secondo anche, se tiene il terzo è fatta, infatti tiene ancor meglio, in poco sono sull'anticima. Trovo una buona sosta su spuntone e recupero Claudio ed Eve. Siamo in vetta, un cumulo di pietre segna il punto più alto. Un pensiero va ad un caro amico che ci guarda da lassù.. Non ci rimane con cautela di scendere alla bocchetta dei camosci, certo che avere il pizzo Coca a due passi quasi spiace non approfittare, detto fatto in poco sto suonando la campanella di vetta. Veniamo avvolti dalle nebbie ma da qui la strada la conosciamo a memoria. La discesa lunga ma piacevole tra stambecchi a non finire, il laghetto di Coca blu cobalto e la bella atmosfera davanti a tagliere e birre fresche del rifugio con la vista della "nostra" cresta faranno da corona ad una giornata tipicamente Orobica doc.
Il percorso in pillole: Valbondione, rifugio Curò, traversata alta fino alla bocchetta del Corno, cresta "sud-est del Camoscio", bocchetta dei camosci, pizzo Coca via normale, ritorno per la normale via al rifugio Coca, Valbondione. Condizioni ottime, casco, corda 30m, qualche fettuccia. Nb. In caso di ritirata, discesa abbastanza problematica. (se escludessimo la paretina finale, probabilmente aggirando su sfasciume a destra, la difficoltà sarebbe stata F)
Foto 1 - passaggi
Foto 2 - Noi in vetta
Foto 3 - La via di salita dalla val morta
Report visto  533 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport