Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Catinaccio d'Antermoia, 31/10/2006
Inserisci report
Onicer  Fedora   
Regione  Trentino Alto Adige
Partenza  Rif. Gardeccia (Valle del Vajolet) (1965m)
Quota attacco  2600 m
Quota arrivo  3004 m
Dislivello  400 m
Difficoltà  PD- / II ( II obbl. )
Esposizione  Sud-Ovest
Rifugio di appoggio  Gardeccia, Vajolet, Passo Principe
Attrezzatura consigliata  Normale da ferrata
Itinerari collegati  nessuno
Condizioni  Ottime
Valutazione itinerario  Eccezionale
Commento Itin: Da Mazzin seguire le indicazioni per il Rif. Gardeccia e da qui per il Rif. Vajolet e il Rif. Passo Principe. Dal passo, un sentierino verso destra (indicazione) conduce all'attacco della ferrata. Dopo un primo tratto in un camino di rocce rotte e friabili, si perviene ad una cengia esposta che, con qualche sali scendi e un tratto attrezzato con una scaletta,conduce ad una forcella. Lungo il percorso è sempre presente il cavo metallico. Un ultimo tratto verticale porta sull’esposta ed esile cresta finale e quindi in vetta. DISCESA: Scendendo dal versante orientale si compie uno spettacolare giro ad anello. Dalla vetta, proseguire per qualche metro verso sud, raggiungere le corde fisse che guidano sulla sinistra giù per una paretina di roccette piuttosto esposte fino a toccare il grande cengione che taglia tutta l'ampia parete Est del Catinaccio d'Antermoia. Scendere a lungo verso sinistra seguendo sempre le funi metalliche. Incrociato il sentiero n. 584, lo si segue verso destra risalendo fino al Passo d'Antermoia (2769 m). Da qui si può scendere nuovamente nella Valle del Vajolet, fino al rif. Passo Principe oppure, come abbiamo fatto noi, proseguire verso sinistra lungo la cresta nord e salire alla cima Scalieret (2889 mt). Scendere poi lungo il ripidissimo e ghiaioso versante S-O giungendo brevemente al Passo delle Pope; da qui scendere a destra nella Valle del Vajolet seguendo i bolli rossi fino al rif. Vajolet. Stupenda salita in un ambiente da togliere il fiato, che, con il giro ad anello da noi effettuato (piuttosto lungo e con una risalita di circa 150 mt.), diventa ancora più spettacolare. Nonostante il periodo, salvo brevi tratti in discesa dalla vetta, è anche molto ben esposto al sole. La ferrata lungo la salita non è mai difficile; la discesa dal versante opposto ha invece qualche punto un po’ più esposto. La salita alla cima Scalieret lungo la facile cresta nord è veramente bella e panoramica, la “ciliegina sulla torta”. Tempo splendido senza una nuvola, ma con un vento da nord fortissimo. Partecipanti: Fedora e Ivan.
Report visto  2798 volte
Immagini             

[ Nessuna immagine disponibile ]
Fotoreport