Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   NUOVA RELAZIONE – FINE lavori di restyling della via Black Line - Cima della Croce 1978 m-gruppo Alben (prealpi Orobie) , 27/07/2020
Inserisci report
Onicer  Astroman   
Regione  Lombardia
Partenza  Partenza: da Oltre il Colle conca d’Alben (1250m)
Quota attacco  1750 m
Quota arrivo  1978 m
Dislivello  200 m
Difficoltà  ED- / V+ ( V+ obbl. )
Esposizione  Nord
Rifugio di appoggio  nessuno
Attrezzatura consigliata   due mezze corde da 50/60 m o singola da 70 m - 6/7 rinvii + cordini + friends medio-piccoli: consigliati B.D. 1-2-3
Itinerari collegati  nessuno
Condizioni  Ottime
Valutazione itinerario  Ottimo
Commento Via aperta il 12-07-2011 da Max Fornari e Sergio Cantù.

Il lavoro di restyling della Black Line è stato quello di rendere la via più moderna sportiva e ingaggiosa, specialmente nel diedro verticale del terzo tiro ben protetto con tre spit. Tutte le 5 soste sono state attrezzate a due spit inox con maillon inox da 8 mm + cordino in Kevlar da 5 mm. Il primo tiro (S1) era in origine da 40m circa.

1° tiro: dallo spit si sale la fessura V°-/IV°+ seguendo le protezioni 3 spit + 3 chiodi - sosta 1 20 m - (ben visibile a due spit da collegare e senza Maillon). Ora il 1° tiro è stato dimezzato a 20 m circa. L’attacco è stato reso più ingaggioso, obbligato e protetto da 3 spit in pochi metri V°-/IV°+.
Dalla sosta 1 arrampicare verso Dx cercando di rimanere sulle rocce articolate III/III°+ (un cuneo inox con Kevlar, poi più avanti clessidra e chiodo) fino alla ben visibile sosta 2 20 m che si trova a Sx all’inizio del diedro verticale del 3° tiro.
Il 3° tiro è ben protetto da 4 spit nei 15/20 metri del diedro verticale (1 passo di VI°-) V°+ (consigliabile integrare con friends B.D. 1 e 3). Alla fine del diedro ci si sposta arrampicando verso Sx dove la roccia è più lavorata (III°/IV°) fino al piccolo terrazzino sosta 3 30 m (qui sono stati lasciati i chiodi con i cordini).
Nel 4° tiro è stato infisso 1 spit all’inizio della fessura-camino che si sviluppa a Dx della terza sosta, arrampicando per pochi passi sul fondo della fessura poi spostandosi sul lato DX (III°+/IV-) integrare con friends BD 0-1; all’uscita fare attenzione agli sfasciumi, percorrere circa 15 metri leggermente a Sx sormontando dei gradini detritici fino a incontrare una fascia di basse balze rocciose dove è posizionata ben visibile la sosta 4 35 m .
5° tiro, dalla quarta sosta spostarsi di circa 5/6 m verso Sx per rimontare le basse strutture rocciose immerse in zona erbosa (II°) puntando dritto in alto dove si staglia la forma di un tozzo pilastro (somigliante a un masso appoggiato a forma di patata), alla base di questo si trova la sosta 5 25 m, ben visibile posizionata in alto a dx (1/1,5 m) dallo spit di passaggio della via Clipper.
Qui la via Black Line finisce e si prosegue con due lunghezze di corda sulla via Clipper fino all’uscita in vetta presso la croce della Cima.

La via Black Line così restaurata è adatta sia per la arrampicata estiva che il Dry T. invernale.
Autori: Hamal e Sergio

FOTO 1: il tracciato della via con le nuove soste
FOTO 2: Hamal nel 2° tiro; in basso a sx sulla seconda sosta
FOTO 3: Hamal in fase di chiodatura del diedro verticale del 3° tiro – La 5° e ultima sosta della Black Line in prossimità dello spit di passaggio della via Clipper (in basso a sx)

La nuova relazione completa e fotoreport vai al link: https://drive.google.com/file/d/1XwEb_ksM-nZAgeZISwV2tjypd13fHAGf/view?usp=sharing
Report visto  422 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport