Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Via Andreino (spigolo est)-pilone centrale (Grignetta), 20/06/2020
Inserisci report
Onicer  merenderos   
Regione  Lombardia
Partenza  Pian dei Resinelli (1270m)
Quota attacco  1910 m
Quota arrivo  2180 m
Dislivello  220 m
Difficoltà  D / VI ( V+ obbl. )
Esposizione  Est
Rifugio di appoggio  Nessuno
Attrezzatura consigliata  n.d.arrampicata. Friends e dadi utili ma non indispensabili
Itinerari collegati  nessuno
Condizioni  Buone
Valutazione itinerario  Buono
Commento Via molto bella al pilone centrale. La roccia è sempre buona e i tiri sono tutti diversi e interessanti.
Da non sottovalutare i primi due tiri gradati IV+ con arrampicata non sempre intuitiva.
Molto belli il terzo e soprattutto il quarto tiro.
Le protezioni sono molto lunghe per cui qualche dado e friends può risultare utile.
Soste in ordine su due resinati da collegare.
Dai Resinelli si sale al rifugio Porta, e da qui si segue il sentiero per la Direttissima. Superare il gruppo del fungo che resta a sinistra verso valle, e poi arrivare fino al canalone angelina, dove si trova una palina con indicazione pilone centrale. Salire il canalone in verticale superando diversi tratti attrezzati. Ad un certo punto il sentiero va verso destra. Seguirlo fino a scendere un ripido tratto con delle catene. Una volta scesi abbandonare il sentiero e salire il canale verso sinistra per un centinaio di metri, dove una placca chiude il canalone stesso. Qui parte la via(resinato a circa 10-15 m da terra). Attenzione a non risalire il canalone a sinistra prima di aver sceso le catene perché è quello sbagliato (cordino blu su spuntone a destra per calarsi in caso di errore)
L1: Salire la placca aiutandosi con la fessura a sinistra fino ai due resinati di sosta (25m, IV+, 1 fix, 1 ch, 1 fr inc)
L2: Salire ancora seguendo la fessura di sinistra. Superare il resinato e poi arrivare ad un chiodo. Rinviare e poi spostarsi a destra. Salire per rocce più semplici fino all’intaglio verso sinistra, dove si trova la sosta (30m, IV+, 3 fix + 1 ch)
L3: Salire la paretina verticale ma ben appigliata fino ad arrivare sotto lo strapiombo. Superarlo con passo fisico e poi continuare per rocce più semplici. Continuare fino alla sosta. Qui si può rinviare e proseguire scendendo dal lato opposto per una decina di metri (II), fino alla base della parete successiva dove si trova la sosta (55m, VI o V+/A0, 4 fix + 1 sosta int)
L4: Salire sopra la sosta in verticale puntando al resinato. Obliquare poi verso destra e poi portarsi sullo spigolo verso sinistra. Salire in verticale fino alla placchetta. Salirla con passo delicato e poi aiutarsi con lo spigolo di destra. Proseguire in verticale su roccia lavorata fino alla sosta (45m, V+, 6 fix)
L5: Salire su facili rocce fino ad un muretto verticale. Superarlo, e poi proseguire per rocce più semplici. Superare un grosso masso in prossimità di una spaccatura, e raggiungere la sosta alla base della placca successiva (40m, IV, 4 fix)
L6: Tiro in comune con la via Zucchi. Salire la placca lavorata che via via diventa più semplice. Obliquare poi verso destra salendo un breve canalino. Da qui ancora a destra verso la sosta a pochi metri dalla cresta (40m, IV, 4 fix)
DISCESA: Salire qualche metro e poi scendere sul versante opposto. Dopo una ventina di metri ci si trova sulla cresta segantini (bolli rossi). Da qui si va a destra e si segue la cresta (II-III-conserva). Si supera un primo intaglio e poi si arriva ad un secondo. Si scende (15 m-fix per doppia in loco) e da qui si hanno due possibilità:
-Dall’intaglio proseguire per sentiero a mezzzacosta verso destra fino ad un colletto. Ricongiungersi così alla Cermenati.
-Salire la paretina successiva (III+) e poi continuare per cresta fino alla vetta della grignetta

Foto 1: L4 (che resta sulla destra)
Foto 2: L5 vista da S5
Report visto  2784 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport