Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Spigolo Longo-Presolana, 21/10/2018
Inserisci report
Onicer  merenderos   
Regione  Lombardia
Partenza  Passo della Presolana (1287m)
Quota attacco  2150 m
Quota arrivo  2260 m
Dislivello  110 m
Difficoltà  AD / V ( V obbl. )
Esposizione  Sud
Rifugio di appoggio  Baita Cassinelli (1568 m)
Attrezzatura consigliata  n.d.arrampicata,2 mezze da 60, casco, cordini. Non indispensabili friends e nuts (utili se si vogliono accorciare le protezioni nei tratti più semplici)
Itinerari collegati  nessuno
Condizioni  Buone
Valutazione itinerario  Ottimo
Commento Super classica della Presolana. La via è molto bella specialmente per l’ambiente in cui è immersa.
La roccia in via è molto buona. Solo il traverso del terzo tiro risulta un po’ unto e delicato. La via è protetta a chiodi e le soste sono tutte attrezzate con anello di calata.
Si sale alla baita Cassinelli partendo dagli impianti sciistici poco prima di arrivare al passo dalla Presolana, oppure ci si può fermare prima all’altezza dell’hotel Stampatti, dove sale un altro sentiero più diretto e un pochino più veloce. Superata la baita si continua seguendo il sentiero principale fino ad arrivare proprio sotto lo spigolo. Qui c’ è una traccia tra sfasciumi ed erba che sale verso la piccola conca (non visibile dal basso) dove parte la via. Alla base non c’è scritto nulla e non si vedono chiodi o altro. La via parte a sinistra dello spigolo vero e proprio, e a destra di alcune imponenti placche verticali con strisce nere.
L1: Salire per rocce rotte e dopo una decina di metri si trova un vecchio anello di calata. Si continua fino ad sorta di diedrino di 2/3 m che si supera con passo deciso, e da lì per rocce più semplici fino alla cengia di sosta (2 fix con anello; 2 metri prima si trova una sosta a spit con cordone) (45m, II, III+, 3 ch e sosta int.)
L2: La via originale supera la spigolo a sinistra e sale per un diedro erboso e non molto bello (30m, IV, 1 ch). Molto bella invece la placca lavorata che sale dritto sopra la sosta (30m, V, 4 ch)
L3: Alzarsi un paio di metri e poi obliquare a sinistra per entrare nel diedro. Seguirlo completamente fino ad un cordone una quindicina di metri più su. Da qui delicato traverso verso destra (un po unto ma ben protetto a spit e chiodi) fino alla sosta (35m, IV+,V, 4 ch, 1 spit)
L4: Scendere a destra faccia a monte per 3-4 metri fino alla sosta (attenzione). Presenti una sosta con anello, una sosta a spit e un golfaro.
L5: salire sopra la sosta e superare con decisione una fessura verticale ma ben appigliata. Salire poi in verticale sfruttando le fessure presenti fino ad un ampio terrazzo. Qui traversare a sinistra fino alla sosta a spit con anello vicino ad un grosso cordone nero su spuntone.
DISCESA: in doppia lungo la via.
Da S5 a S2 (50m)
da S2 a S1 (30m)
da S1 alla base (45m)

Foto 1: il traverso del terzo tiro
Foto 2: sentiero avvicinamento e attacco
Report visto  443 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport