Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Sass Ciampac, Via Adang, 20/10/2018
Inserisci report
Onicer  Fedora   
Regione  Trentino Alto Adige
Partenza  Passo Gardena (2093m)
Quota attacco  2250 m
Quota arrivo  2672 m
Dislivello  450 m
Difficoltà  D / V ( V obbl. )
Esposizione  Sud
Rifugio di appoggio  nessuno
Attrezzatura consigliata  Corda da 50m, cordini, serie di friend e dadi in quanto la via è poco chiodata
Itinerari collegati  Sass Ciampac (2672m), Via Adang
Condizioni  Ottime
Valutazione itinerario  Eccezionale
Commento Per la descrizione della via, si veda l’itinerario sopra collegato.

Prima volta per me su una via dolomitica così lunga (ben 11 tiri e sempre mediamente sul IV°), sempre da capocordata. Io sarò con Lidia, mentre Cristina salirà con Giuseppe e Ulrike. Molti dubbi mi attanagliano… ma la presenza di un forte arrampicatore e conoscitore della zona come Giuseppe mi sarà di conforto, sia per la ricerca della via ma soprattutto per il superamento del tiro di V che so già di non essere in grado di tirare da prima. Viaggio da Bergamo con le mie socie e ci incontriamo al Passo Gardena con Beppe e compagna. Avvicinandoci alla parete i dubbi aumentano… è davvero imponente! In 1h siamo all’attacco e per fortuna davanti a noi non ci sono altre cordate. Io e Lidia seguiamo i nostri compagni davanti a noi, che ci fanno strada. L’impegno è costante, il grado quasi sempre sul IV, ma per lo meno non perdo troppo tempo a cercare la via e psicologicamente questo mi aiuta. Si alternano placche, fessure, diedri… davvero una salita stupenda. Il tiro di V° richiede un impegno tecnico e fisico continuo, sempre in spaccata sulle pareti esterne alla fessura. Davvero bravo Beppe ad essere salito da primo, recuperandoci tutte. Nell’ultimo tiro di IV- sono gasatissima e mi sembra una passeggiata. Finita la via, indossiamo le scarpe e percorriamo gli ultimi facili 150m che ci portano in vetta. Inutile commentare i panorami… Ora è solo una comodissima e rilassante discesa fino alla macchina (ca. 1h), tra sculture rocciose e panorami che solo le Dolomiti sanno regalare. Grazie ai miei compagni di avventura: Lidia, Ulrike, Cri (l’organizzatrice) e soprattutto Giuseppe per aver tirato quel lungo diedro di V.
FOTO 1: Un bel diedrino di IV.
FOTO 2: Le placche di aderenza di L9.
FOTO 3: io e Lidia, ancora su L9.
Report visto  441 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport  Clicca qui per andare al foto-report