Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Cima delle Levade, per la Via della Rampa, 27/09/2018
Inserisci report
Onicer  simon   
Regione  Lombardia
Partenza  M.ga lincino, val Adame' (1600m)
Quota attacco  2800 m
Quota arrivo  3273 m
Dislivello  473 m
Difficoltà  PD+ / III ( III obbl. )
Esposizione  Sud-Ovest
Rifugio di appoggio  biv. Baroni
Attrezzatura consigliata  Niente
Itinerari collegati  nessuno
Condizioni  Eccellenti
Valutazione itinerario  Ottimo
Commento Dal fondovalle della val Adame' si vede bene il canale centrale della cima delle Levade: parte direttamente dalla vetta, solca tutta la parete ovest e finisce in basso con un salto verticale di rocce scure.
Accesso impossibile quindi? In realta' c'e' un segreto: proprio alla sua base si diparte verso sinistra una comodissima rampa di roccia sana (foto 2, foto 3) di 45 gradi di pendenza, larga dai due ai cinque metri, che si inoltra nella parete ovest e consente di by-passare il tratto verticale. Fu scoperta da Guerini e Raineri nel 1978. La sua difficolta' e' bassa, a causa della roccia irregolare, compatta ed appigliata.
La percorriamo per 200 metri, fino a notare sulla destra un marcato pinnacolo (ben visibile anche dalle gande basali: lo ho segnato con una freccia verde nella foto 2): abbandoniamo quindi la rampa (e la via del 1978) per dei gradoni di muschio e ci infiliamo nel corridoio detritico subito a monte del pilastro, sbucando dalla parte opposta nel mezzo del canale principale della parete ovest, al di sopra del salto verticale.
Da qui la via non e' obbligata: si tratta di pedalare verso l'alto lungo un ampio vallone di placche appoggiate e brevi colatoi lisciati, che offrono momenti esaltanti per gli amanti del genere.
In alto l'uscita piu' gloriosa (ma facoltativa) e' attraverso quella macchia chiara di granito fratturato e ripido, le cui spaccature nette ridestano il nostro interesse dopo un tratto cengiato. Si esce precisamente sulla cima con gran soddisfazione.
Il Care' Alto e' li' di fronte che ci abbraccia, e metereologicamente e' la giornata migliore dell'anno: aria limpidissima, mite e ferma a tutte le quote.
Siamo partiti da m.ga Lincino alle 13, abbiamo attaccato la rampa alle 16 e siamo arrivati in cima alle 17,40, comprese alcune deviazioni esplorative alla congiunzione rampa-canale.

La via di discesa e' costituita dalla cresta S, altrimenti nota come Cresta delle Levade. Nella parte superiore si sta prevalentemente alla sinistra del filo (attenzione a 2/3 di altezza a non allontanarsi troppo dal filo, scendendo per sbaglio lungo un costolone secondario). Nella parte inferiore invece si aggirano i tratti piu' alpinistici stando alla destra (val Adame').
Giunti ad una ampia insellatura, oltre la quale la cresta proseguirebbe senza perdere dislivello, la si abbandona scendendo le placche sulla destra. Ho segnato questo tratto in blu nella foto 1. Dopo un centinaio di metri ci si porta sulla dorsale alla nostra sinistra e, proprio quando la pendenza aumenta e il terreno sembrerebbe irrimediabilmente esposto, si palesa una cengia erbosa che, tagliando il pendio sottostante in diagonale verso sinistra, consente di raggiungere le gande ad un paio di centinaia di metri di distanza dalle bandierine del sentiero del bivacco Baroni. Qui siamo giunti alle 19,30.
Report visto  599 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport