Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Granta Parey - Cresata NE, 02/09/2018
Inserisci report
Onicer  Michi75   
Regione  Valle d'Aosta
Partenza  Parcheggio Thumel - Val di Rhemes (1890m)
Quota attacco  3280 m
Quota arrivo  3387 m
Dislivello  100 m
Difficoltà  PD+ / III ( III obbl. )
Esposizione  Nord-Est
Rifugio di appoggio  Rifugio Benevolo (2285 m - aperto)
Attrezzatura consigliata  Mezza corda da 60 m, qualche rinvio, friend medio-piccoli per integrare. Piccozza e ramponi inutili nelle condizioni ordierne.
Itinerari collegati  nessuno
Condizioni  Ottime
Valutazione itinerario  Eccezionale
Commento Bellissima salita a questa magnifica vetta poco frequentata, con arrampicata finale su roccia discreta e un pò di sfasciumi.
La relazione più affidabile ci è parsa quella di Vie normali, metto qualche considerazione personale ad integrare quella che abbiamo utilizzato, che è comunque del 2010.
- Meglio spezzare la gita in due, pernottando al bellissimo rifugio Benevolo. Anche da qui la salita non è comunque corta e ci si tiene un pò di margine, specie se il tempo cambia.
- il bivio da prendere, abbandonando il 13 D che va verso il lago Goletta, è subito dopo il primo tratto in piano, segnato da ometti sulla sinistra. La scritta gialla è molto più distante e al buio non si vede. Comunque bisogna rimontare subito la cresta.
- La cappelletta di S.Bernardo a 3078 m è facile non vederla, è dietro un caminetto di sassi. Non usatela come punto di riferimento. Inoltre qui anni fa partiva la via normale sul ghiacciaio, oggi si è molto ritirato, ci è sembrato delicato prenderla qui.
- Via normale per il ghiacciaio comunque delicata per parecchio sfasciume e scarichi. Noi siamo scesi da itinerario di salita.
- Soste e alate sempre ottimamente attrezzate, buona possibilità di integrare. Sempre uno spit a metà di tiro. Cinque doppie per tornare sul sentiero di discesa.
- Alla partenza della via traversate leggermente a sinistra e fate i tiri da 20 m. Unico dritto in verticale da 60 m è il più sfaciumoso di tutti.
- dopo la cresta facile in conserva, risalendo leggermente c'è uno spit su un grosso masso. Il risalto terminale va superato stando a sinistra (tracce), si noterà il successivo spit più avanti. Noi lo abbbiamo superato invece frontalmente, dove si vede la fessura diagionale, ma è un passaggio di IV che butta in fuori e va integrato, quindi molto più delicato.
- Oggi cresta interamente pulita. Condizioni si possono chiedere al rifugista. Avendo attaccato non prestissimo (verso 10), il sottile strato di brina si era dileguato con il sole.

Ambiente mozzafiato con affidabile Laura De Tomas Pinter.

FOTO 1 - Alba magica
FOTO 2 - Laura sul primo tiro
FOTO 3 - Madonnina di vetta

Grazie infinite a Serena per i preziosi consigli
Report visto  519 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport