Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Corno di Val Rabbia per il canale SW, poi Roccia Baitone, 03/11/2017
Inserisci report
Onicer  simon   
Regione  Lombardia
Partenza  Malga Premassone (1600m)
Quota attacco  2700 m
Quota arrivo  3240 m
Dislivello  540 m
Difficoltà  AD+ / IV- ( IV- obbl. )
Esposizione  Sud-Ovest
Rifugio di appoggio  -
Attrezzatura consigliata  Attualmente picca e ramponi per la discesa dalla montagna attraverso Roccia Baitone. Corda 40 mt e una scelta di friends.
Itinerari collegati  nessuno
Condizioni  Ottime
Valutazione itinerario  Buono
Commento Canale piu' che bello, alla testata della Val Rabbia. (La montagna e' talvolta denominata al plurale, Corni di Val Rabbia: ci pare ingiustificato perche' e' una struttura unica).
Siamo giunti all'attacco passando per la forcella di Bombiano e poi risalendo la parte alta della valle, con qualche difficolta' ad attraversare il solco creato dall'alluvione del 2014.
Al canale si accede traversando da destra a sinistra, per superare il muro verticale basale. Una volta nel solco, alla diramazione scegliere la strada di destra. Sui risalti piu' ripidi cercare le soluzioni facili per rampe e caminetti. Corda precauzionale, ma conoscendo il percorso in anticipo si puo' farne senza.
Una conca detritica quasi alla fine, inattesa, rovina l'idillio di bellissime lastre di granito, e il percorso da ottimo viene degradato a buono. Qui la corda e' uno svantaggio perche' muove sassi.
Giunti in cresta, sul ciglio dello sbalzo che da' sulla Val Gallinera, il proseguimento elegante per la vetta sarebbe superare il salto finale sul lato nord, ma il contrasto di temperatura tra i due versanti ci fa optare per la soluzione confortevole del lato sud, per cengia e poi diedro-canale (guida CAI-TCI 1954, pag.198: curiosamente i salitori della cresta nel 1928 presero la stessa decisione).
La cima della montagna e' una serie regolare ovest-est di bizzarri pinnacoli monolitici, alti pochi metri, tutti senza eccezione aggirabili sul lato nord. Per la fretta manchiamo di salire il piu' alto di questi. Il sole e' tramontato ma ci si vede ancora, la consistenza della neve e' perfetta: le scarpe vi affondano 3 cm. La via di discesa piu' facile e' traversare a Roccia Baitone, e poi utilizzare la normale di questa.
Sulla vetta orientale del Corno ci saluta una bellissima luna, accendiamo le frontali. Si scende una facile dorsale e poi si transita per il colle dove esce la via Chiaudano. Su per Roccia Baitone, lungo uno sperone di blocchi, si trovano bei passaggi di misto, divertenti incastri di picca per saltini facili, tratto che abbiamo fatto in conserva. Relax e cena appena sottovetta su un panoramicissimo balcone naturale esposto a sud. Aria invernale placida e ferma. Tonolini chiuso.
Report visto  719 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport