Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
IT - 120x600
   Piccole dolomiti-Torre dell' Emmele-Via Spigolo Scorzato, 14/10/2017
Inserisci report
Onicer  merenderos   
Regione  Veneto
Partenza  Pian delle Fugazze (1163m)
Quota attacco  1660 m
Quota arrivo  1795 m
Dislivello  135 m
Difficoltà  AD / V ( V obbl. )
Esposizione  Sud-Ovest
Rifugio di appoggio  Nessuno
Attrezzatura consigliata  n.d.arrampicata: mezze da 60 m, casco, cordini, dadi e friends
Itinerari collegati  nessuno
Condizioni  Ottime
Valutazione itinerario  Ottimo
Commento Interessante via immersa nel bellissimo ambiente delle piccole dolomiti; roccia molto buona e sempre verticale.
La via è di stampo classico quindi protetta a chiodi e ancoraggi naturali.Controllare sempre la bontà dei cordini e delle soste (su chiodi). Ideale per chi vuole avvicinarsi a salite di tipo alpinistico. Buona possibilità di proteggersi con friends dadi e cordini.
Arrivati a pian delle Fugazze si prende la "strada del re" che porta all'ossario. Poco prima della sbarra possibilità di parcheggio. Salire sulla larga strada in salita lasciandosi sulla sinistra l'ossario. Superare la sbarra e proseguire per una quindicina di minuti fino ad incontrare una palina che indica la torre dell'emmele sulla destra. Ora il sentiero diventa più stretto e ripido.Esattamente al decimo tornante trovate una palina. Qui non seguire il tornante ma proseguire dritti in leggera discesa per una ventina di metri. Sulla vostra destra sale un canale di pietre ed erba con dei bolli rossi.Risalirlo con attenzione seguendo i bolli. Ad un certo punto c'è un sasso con una Y rossa sopra. Qui tenere la sinistra e non proseguire dritti. Si scavalca un piccolo promontorio e poi si prosegue su ghiaia fino alla parete. L'attacco è sulla parete di destra ed è il secondo che si trova (cordone alla base).
L1: Salire i primi metri in verticale e poi leggermente verso destra seguendo la spaccatura fino alla sosta (15 m, IV, III, un cordone)
L2: Salire dritto sulla parete verticale ma lavorata. Poco prima di arrivare al piccolo tetto spostarsi a sinistra (cordone). Poi arrivati al piccolo tetto traversare in maniera decisa a destra fino alla scomoda sosta su tre chiodi e cordoni (25 m, IV, 3 ch e un cordone)
L3: Salire in verticale con passi decisi e poi proseguire leggermente a sinistra su parete verticale lavorata fino alla sosta(25 m, IV+, qualche chiodo)
L4: Partenza decisa poi più facile sempre in verticale fino alla comoda sosta su terrazzino(25 m, IV, qualche chiodo)
L5: Salire sulla placca appoggiata obliquando verso destra. Usciti spostarsi decisamente a sinistra ignorando la sosta sulla destra che è di un'altra via. Salire la placca lavorata ma protetta lunga fino alla sosta. Attenzione: c'è la sosta vera e propria stando bene a sinistra, oppure un cordone poco più sopra nel caso si salga più in verticale (25 m, V (per la distanza dei chiodi), 4 chiodi
L6: prima possibilità: dalla sosta si sale in verticale e poi si tiene la destra entrando in un canaletto con sassi mobili. Si arriva ad un mugo con cordone e poi si sale sulle parete verticale di fronte fino ad arrivare ai mughi dove si può sostare (diverse possibilità). Da li in pochi metri si arriva alla cima della torre.
L6: seconda possibilità: dalla sosta salire verso sinistra fino al cordone nero poi continuare fino ad un piccolo mugo con cordone nascosto all'interno. Guardando verso in alto verso sinistra si noterà uno sperone con grosso cordone nero attorno. Puntare a quello e risalire la spaccatura in leggero strapiombo alla sinistra del cordone. Usciti risalire stando a sinistra. Appena usciti c'è un mugo, sotto il quale, nascosta, c'è una sosta. Da qui un facile tiro tra mughi e roccette fino alla cima.
DISCESA: scendere dal ripido sentiero sul lato opposto a quello di salita fino a riprendere il sentiero principale. Al bivio scendere verso destra seguendo le indicazioni della palina. In breve ci si ritrova al bivio del decimo tornante di salita.
FOTO 1: traccia dei primi tre tiri
FOTO 2: in via


Report visto  259 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport