Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Traversata Torrioni Magnaghi, Spigolo Dorn+Via Lecco, 30/09/2017
Inserisci report
Onicer  Fedora   
Regione  Lombardia
Partenza  Pian dei Resinelli (Valsassina - LC) (1280m)
Quota attacco  1880 m
Quota arrivo  2078 m
Dislivello  270 m
Difficoltà  AD / IV+ ( IV+ obbl. )
Esposizione  Sud-Est
Rifugio di appoggio  
Attrezzatura consigliata  Corda da 50m (o due mezze corde), 6-7 rinvii, cordini e qualche friend
Itinerari collegati  Traversata Torrioni Magnaghi (2078m), Spigolo Dorn+Via Lecco
Condizioni  Ottime
Valutazione itinerario  Ottimo
Commento Per la mia prima arrampicata in Grignetta, io e Lidia optiamo oggi per il gruppo dei Magnaghi, in compagnia di Alberto e Fabio che ci fanno un po’ da guida essendo buoni conoscitori dei luoghi. La nebbia piuttosto fitta ci crea non pochi problemi a trovare l’attacco, come ad altre cordate in cerca ognuno della propria via da salire. Il bello di questa via è che le difficoltà aumentano progressivamente tiro per tiro, senza la classica partenza subito dura che spesso mi mette in difficoltà a freddo. Nonostante le tante persone presenti in zona, fortunatamente nei primi 4 tiri di questa via ci troviamo da soli; poi incrociamo le cordate dal Canale Albertini e, al termine della via, dalla vetta del Torrione dei Magnaghi Meridionale, un po’ di attesa per affollamento nella discesa alla Forcella Dorn, che separa questo torrione da quello Centrale. Dalla forcella, il passaggio al Centrale è, a mio parere, il passaggio più delicato della traversata, sia per l’esposizione che per la roccia molto unta. Da questa cima, altra discesa alla forcella Glasg e poi l’ultima salita, quella al Torrione dei Magnaghi Settentrionale. Dalla forcella prendiamo la Via Lecco. Non banali i primi due tiri, soprattutto il secondo, che affronta un bel muro verticale ed esposto, pochissimo chiodato ma cmq nei punti essenziali, veramente spettacolare. Dall’ultima sosta, in pochissimi minuti si è in vetta, dove incontriamo anche gli amici Francesco (Lys), Ivana, Christian e Luca. Da qui discesa lungo il sentiero della Cresta Sinigaglia e quindi a ritroso lungo il percorso fatto in salita. Roccia sempre fantastica su entrambe le vie, chiodatura essenziale, integrabile con cordini grazie alle numerose clessidre presenti o friend. Peccato solo le nebbie che però in vetta ci hanno regalato uno splendido mare di nubi...
FOTO 1: Lidia verso la sosta del 4° tiro.
FOTO 2: Il delicato monotiro di 10m del "Traversino".
FOTO 3: Foto di Alberto dalla sosta del 1° tiro dellal Via Lecco.
Report visto  2782 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport  Clicca qui per andare al foto-report