Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Fessura Comici ai Campelli climb&ride, 22/07/2012
Inserisci report
Onicer  fabiomaz   
Regione  Lombardia
Partenza  Barzio (Ovovia) (820m)
Quota attacco  2000 m
Quota arrivo  2162 m
Dislivello  180 m
Difficoltà  AD+ / V+ ( IV- obbl. )
Esposizione  Nord-Ovest
Rifugio di appoggio  Rif. Lecco
Attrezzatura consigliata  10 rinvii & pneumatici tubeless (o in alternativa pompa e parecchie pezze)
Itinerari collegati  nessuno
Condizioni  Buone
Valutazione itinerario  Ottimo
Commento Con lo zio Punzo andiamo a farci un giro in quel dei Campelli con la formula che mi piace tanto: corda nello zaino e mtb sotto il sedere.
Da veri comodini prendiamo l'ovovia alle 8.30 (solo salita €6,00). Le MTB ci permettono di prendere un piccolo ma essenziale vantaggio sulle numerose cordate (almeno 11 persone) che si dirigono verso la Comici-Cassin. Ciò nonostante partiamo con la ressa alle nostre spalle, ma grazie ai tiri alternati prendiamo subito il largo.
La via SAREBBE bella. Facile sì, ma a goccia sotto la vetta e non sfugge la verticalità: una Comici insomma.
Purtroppo la rifittonatura non è stata fatta come in Grigna ma come al vicino Zucco di Pesciola. Secondo il mio modesto parere non è giusto pretendere di mettere in "totale sicurezza" una via con una "firma" come questa. Ma è chiaramente quello che si è cercato di fare.
I vecchi chiodi ci sono ancora tutti e non erano pochi, come anche le belle fessure che avrebbero accettato bene i dadi e i friends.
Arrivati in cima ci caliamo e saliamo anche la variante Mozzanica (che non ci è sembrata 6a come si vociferava ma un bel quinto pieno, comunque resinati vicini sul difficile).
In via spiccano i numerosi segni di ramponi, indici di traffico invernale.
Dopo la foto di rito scendiamo dal canale dei camosci e recuperiamo le bici che avevamo infrattato tra dei cespugli.
Al bike park, malgrado la totale ineguatezza del mezzo (mio) e del pilota (io) lo Zio mi convince a scendere dalla pista "blu" di Gravità Zero.
Molto impaccio da parte mia e moooooooooolto meno da parte dello Zio malgrado lo zaino in spalla. Alla terza "pizzicata" (2 a 1 per me) con relativa sosta per riparazione copertone, finalmente riesco a convincere Matteo che la carrabile è bella e buona e saggia e, velocemente, ritorniamo all'auto.
Bella lì!

foto 1: nuvole
foto 2: foto di vetta
foto 3: recuperiamo le MTB e la via alle spalle
Report visto  2782 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport