Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Ghiacciaio della Sforzellina, 30/08/2015
Inserisci report
Onicer  Domonice   
Gita  Ghiacciaio della Sforzellina
Regione  Lombardia
Partenza  Passo Gavia  (2650 m)
Quota arrivo  2850 m
Dislivello  250 m
Difficoltà  E
Rifugio di appoggio  Bonetta al Passo Gavia
Attrezzatura consigliata  abbigliamento adeguato ad escursione in alta montagna
Itinerari collegati  nessuno
Condizioni  Buone
Valutazione itinerario  Buono
Commento Reportizzo la bella escursione fatta domenica in quanto speciale, per me, oltre che per dare informazioni a chi interessato visto che in rete non si trova nulla (mi pare). Da mesi avevo promesso a Francesco di portarlo a vedere un ghiacciaio ad Agosto. Siccome una promessa è debito, agosto ha solo 31 giorni e il 30 del mese la giornata è spaziale, decido di concretizzare. Francesco vuole con se anche la mamma per questa "incredibile" esperienza. Partiamo dal Passo Gavia e imbocchiamo la bella mulattiera militare con indicazioni per il monte Gaviola e il Corno dei Tre Signori. La percorriamo ed ignoriamo la prima deviazione per il Gaviola. La mulattiera militare è ben conservata, un autostrada. Più avanti un altro bivio. Proseguendo sulla mulattiera principale andremmo alla Bocchetta del Corno (cartello indicatore) a sinistra invece si stacca la nostra mulattiera (nessuna indicazione). La si percorre facilmente fino ad un tratto scomparso nell'incuria. Con Francesco abbiamo quindi fatto, più per gioco che per necessità, gli ometti necessari "affinchè nessuno si perda" per ritrovare più avanti il manufatto militare. Arrivati sotto la pietrai dell'antica morena la mulattiera andrebbe a destra ma il sentiero è franato ed il percorso è ripido tra gli sfasciumi. Cosa poco adatta ad una gita famigliare turistica. Poco a sinistra si scorgono dei grandi ometti che indicano il "Belvedere". Non sapendo cosa fare decidiamo di rimontare direttamente la pietraia fino al suo bordo superiore dove ritroviamo gli ometti. Pausa pranzo, dopodichè ci dirigiamo "a vista" alla fronte del ghiacciaio. Francesco realizza "parzialmente" il suo desiderio (vorrebbe rimontare la ripida lingua ghiacciata fino al limite della neve ma una miriade di sfasciumi sospesi sopra essa lo sconsigliano vivamente...) e possiamo quindi risalire alla morena sovrastante il Lago Verde. Vediamo molta gente sul sentiero glaciologico che parte dal Rif Berni, ma nessuno prosegue oltre la fine del sentiero, posto molto più in basso rispetto alla nostra posizione. Ritorniamo verso la morena che ci aveva sbarrato la strada in salita e decidiamo di "segnalare" adeguatamente con molti ometti un passaggio molto più semplice che conduce direttamente al "Belvedere" da dove si riprende la mulattiera di salita. Itinerario al limite del turistico, adatto ad una bella e calda giornata in montagna con la famiglia meno allenata del mondo.
Foto
Francesco con in alto la'antica morena che conviene aggirare a sinistra (la mulattiera taglierebbe a destra sopra quei salti rocciosi).
Scendendo verso la fronte scoperta del ghiacciaio.
Desiderio realizzato.
Report visto  1857 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport