Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Cima della Rosetta , 27/11/2022
Inserisci report
Onicer  Pierpaolo   
Gita  Cima della Rosetta
Regione  Lombardia
Partenza  Strada sopra Rasura (SO)  (1045 m)
Quota arrivo  2156 m
Dislivello  1120 m
Difficoltà  EE
Rifugio di appoggio  Bar Bianco
Attrezzatura consigliata  Normale da escursionismo + ramponi
Itinerari collegati  nessuno
Condizioni  Accettabili
Valutazione itinerario  Buono
Commento Anche oggi torniamo su una cima salita in precedenza, sette anni addietro, con la prospettiva di compiere però un’escursione quasi inedita, dal momento che allora la nebbia ci aveva precluso gran parte della visuale.
La partenza dell’escursione dovrebbe avvenire dal Bar Bianco, posto sopra Rasura, ma considerando che la strada è a pedaggio (5 euro registrando la targa e pagando on line) e che però risulta gratuita fino a 1050 metri di quota, dove è posto un piccolo parcheggio sterrato di fianco alla strada in prossimità del cartello che indica l’inizio del tratto a pagamento (controllato tramite una telecamera), decidiamo appunto di partire da questo parcheggio, anche perché pur partendo da più in basso sviluppo e dislivello si mantengono comunque contenuti.
Ci avviamo dunque sull’asfalto per un breve tratto, prendendo in seguito un sentiero sulla sinistra che si inoltra nel bosco e sale attraverso le località Larice e Ciani.
Arrivati al Bar Bianco, proseguiamo alle spalle di esso, prendendo più in alto il sentiero della Direttissima.
Saliamo su pendenze abbastanza sostenute tra neve e erba, con la cima sempre ben visibile sopra di noi.
Arrivati nel tratto conclusivo (più ombroso e innevato), meditiamo se calzare i ramponi, ma alla fine decidiamo di proseguire senza fino in vetta.
Per scendere e con l’intento di compiere un giro ad anello, scendiamo dalla cresta opposta e tramite il sentiero che conduce al sottostante Lago Culino.
Anche stavolta riflettiamo sull’idea di calzare i ramponi, ma decidiamo nuovamente di non farlo, stando però molto attenti nei brevi passaggi un po’ esposti (soprattutto a sinistra sul ripido pendio erboso) e leggermente innevati.
Proseguiamo quindi a mezzacosta perdendo quota, arrivando poco sopra il Lago Culino.
Svoltiamo ora nettamente a sinistra, e tramite un sentiero abbastanza lungo ma panoramico facciamo ritorno al Bar Bianco.
Scendendo ora dalla stessa via di salita (effettuiamo una deviazione solo sotto la località Ciani), torniamo al punto di partenza.

Foto 1: sotto la cima in salita
Foto 2: appena superato il tratto un po' esposto in cresta sotto la vetta, in direzione del Lago Culino
Foto 3: il tratto a mezzacosta che scende verso il Lago Culino, dove bisogna comunque stare attenti, essendoci neve proprio sulla traccia

Report visto  579 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport