Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Signore dei Ghiaioni, Pizzo Olone (tentativo), Rifugio Olmo, 07/11/2021
Inserisci report
Onicer  Pierpaolo   
Gita  Signore dei Ghiaioni, Pizzo Olone (tentativo), Rifugio Olmo
Regione  Lombardia
Partenza  Rusio (BG)  (908 m)
Quota arrivo  2000 m
Dislivello  1160 m
Difficoltà  EE
Rifugio di appoggio  Rifugio Olmo
Attrezzatura consigliata  Normale da escursionismo + ramponi
Itinerari collegati  nessuno
Condizioni  Accettabili
Valutazione itinerario  Buono
Commento Arrivata la prima neve a quote medie, cambiano anche le prospettive escursionistiche, che vanno adattate in base alla fattibilità degli itinerari. In realtà, oggi, abbiamo osato fin troppo nel cercare di salire su una vetta si secondaria, il Pizzo Olone, ma un po’ complicata in queste condizioni. Consci del fatto che la salita sulla vetta sarebbe stata probabilmente non fattibile, organizziamo un giro ad anello in zona comunque interessante e variegato, a prescindere dal raggiungimento della cima.
Partiamo così da Rusio inoltrandoci nella Valle dei Mulini tramite il sentiero 318, che taglia in diversi punti il Torrente Borzo in ambiente selvaggio. Biosogna mettere più volte i piedi nell’acqua o sulle rocce umide, ma con un po’ di attenzione non ci sono problemi. Pensavamo di trovare ghiaccio qua e là, ma a esclusione della parte alta del sentiero dove c’è un po’ di brina, è invece assente.
Sbucati fuori dalla stretta valle nei pressi dell’alpeggio Presolana in ambiente ora più soleggiato e tiepido, puntiamo verso le imponenti pareti della Presolana.
Il sentiero erboso lascia via via spazio prima alle rocce e poi alla neve.
Saliamo su terreno più ripido fino a incrociare quello più alto presente in questa sorta di anfiteatro naturale, che permette di raggiungere la panoramica vetta del Signore dei Ghiaioni.
Dal Signore dei Ghiaioni scendiamo ora al Colle degli Agnelli. Da qui, è ben visibile davanti a noi la vetta del Pizzo Olone. La via che conduce in cima e che segue la cresta è tutta tracciata, ma si tratta di tracce di camosci.
Cerchiamo comunque di quantomeno tentare la salita in cima e, una volta calzati i ramponi, saliamo tramite ripido pendio appena a destra della cresta, in modo da riprenderla più in alto e saltare un tratto che in queste condizioni sembra troppo pericoloso.
Ripresa la cresta, non manca molto al raggiungimento della vetta, ma il tratto rimanente, sebbene breve, ci rende titubanti, essendo esposto da entrambi i lati.
Dopo qualche riflessione, giriamo perciò i tacchi e con cautela torniamo sul sentiero che conduce al Rifugio Rino Olmo.
Arrivati al Rifugio, dopo una breve sosta proseguiamo verso il Passo Olone, in ambiente sempre suggestivo.
Scollinato il Passo, seguiamo il sentiero 327 fino alla Malga di Campo.
Dalla Malga in giù, il sentiero diventa una strada cementata che è possibile evitare solo in alcuni punti dove il sentiero permette di tagliarla.
Torniamo così a Rusio, ad ogni modo soddisfatti per il giro fatto.

Foto 1: sulla cima del Signore dei Ghiaioni. Sullo sfondo, a sinistra, è visibile la vetta del Pizzo Olone con la cresta di salita
Foto 2: sulla cresta del Pizzo Olone noi ci siamo fermati qui
Foto 3: al Rifugio Rino Olmo, con il Pizzo Olone sullo sfondo
Report visto  536 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport