Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Torrione di San Giacomo, cresta Nord-Ovest (traversata dalla cima di Valpianella), 22/08/2021
Inserisci report
Onicer  Peggy   
Gita  Torrione di San Giacomo, cresta Nord-Ovest (traversata dalla cima di Valpianella)
Regione  Lombardia
Partenza  Cusio  (1450 m)
Quota arrivo  2256 m
Dislivello  806 m
Difficoltà  F
Rifugio di appoggio  Benigni
Attrezzatura consigliata  da escursionismo
Itinerari collegati  Torrione di San Giacomo (2256m), cresta Nord-Ovest (traversata dalla cima di Valpianella)
Condizioni  Ottime
Valutazione itinerario  Ottimo
Commento Quante volte salendo al rifugio Benigni ho guardato verso il Pizzo di Giacomo e la cresta che si estende fino alla Bocchetta di Valpianella, e finalmente č arrivato anche il momento di andare a vederla.
Con Alessandro, Marco e Paolo saliamo dal classico sentiero per il Rifugio Benigni fino a poco sopra la fonte San Carlo, dove deviando a sinistra prendiamo il sentiero dei Vitelli che ci porta velocemente alla Bocchetta di Valpianella.
Da questa saliamo per balze erbose e roccette alla quota 2290, punto pių alto della cavalcata, si scende e poi risale sempre tra facili passaggi rocciosi e balze erbose con una bella esposizione. Arrivati ad uno stretto intaglio scendiamo, lato Valpianella, su ripidissima costa erbosa una decina di metri e traversiamo con facile passaggio in roccia per poi risalire in cresta, proseguendo sempre in forte esposizione raggiungiamo il passaggio pių impegnativo della traversata (II) č un muretto di 6/7 MT con traverso in uscita, poco pių avanti una facile placchetta e per balze erbose arriviamo in vetta al Torrione di San Giacomo.
Dalla cima scendiamo, sempre per facili saltini rocciosi intervallati da brevi balze erbose e poi quasi in piano, alla Sella di Giacomo, da dove il Torrione mostra il suo lato pių verticale; proseguendo lungo la costa risaliamo una bella e facile placconata rocciosa e per breve crestina la vetta del Pizzo di Giacomo.
Ritorniamo alla sella e per prati ripidi scendiamo in un canalino, appoggiandoci a volte a destra ed altre a sinistra dello stesso; raggiungiamo cosė velocemente il sentiero dell'andata, una decina di minuti sopra la fonte San Carlo, e lungo lo stesso all'auto.
Traversata orobica doc a due cime poco salite, fino al Torrione l'esposizione č davvero considerevole anche se i passaggi non sono mai troppo impegnativi.
Report visto  329 volte
Immagini             

[ Nessuna immagine disponibile ]
Fotoreport  Clicca qui per andare al foto-report