Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Monte Stabio, 23/07/2020
Inserisci report
Onicer  aldo   
Gita  Monte Stabio
Regione  Lombardia
Partenza  Campolaro (str. passo Crocedomini da Breno)  (1431 m)
Quota arrivo  2536 m
Dislivello  1263 m
Difficoltà  EE
Rifugio di appoggio  nessuno
Attrezzatura consigliata  nde, scarponi per tratti con roccette
Itinerari collegati  nessuno
Condizioni  Buone
Valutazione itinerario  Ottimo
Commento Il nome di Campolaro non si vede salendo, fare attenzione, sulla destra (per chi sale da Breno) si stacca una strada pianeggiante il cui ingresso è caratterizzato da alcuni pali tra cui: uno con scritto via delle pinete (nome della strada che sale) e con segnale di obbligo catene - un'altro con via di fontanazzo e cartello obbligo catene - un terzo con frecce per rifugio valdaione e per foresta regionale.
Appena entrati sulla sx della strada pianeggiante c'è un parcheggino altrimenti andare in paese.
Per andare al sentiero ritornare all'incrocio con la strada per il passo, attraversarla, e in uno slargo si vedrà una palina biancoazzurra che indica la direzione per sentiero Irene Gatti e per il monte trabucco, seguire la freccia su stradina e seguirla fino ad una vecchia colonia.
Aggirare la colonia tenendola sulla destra e raggiungere una visibile casetta bianca.
Dalla casetta proseguire lungo un sentierino stretto e lunghissimo per molto tempo, sempre indicato con "bolli" bianco blu e che attraversa in piano la boscaglia e tratti erbosi molto ripidi fino ad incrociare una stradina che si sale a destra.
Qui inizia il sentiero n. 79 che ci accompagnerà con bolli biancorossi fino alla "porta di Stabio" con qualche tratto poco evidente ma intuibile.
L'ultimo tratto per la porta Stabio è attrezzato con catene.
Il tratto tra la porta e la croce di vetta è caratterizzato da roccette con qualche passaggio un po' esposto, non è segnalato ma intuibile, nell'ultimo tratto sotto la croce c'è un cavetto di cui il primo e l'ultimo tratto sono rotti.
Bella salita piuttosto lunga in ambiente meritevole.
Con Renato.
Report visto  1736 volte
Immagini             

[ Nessuna immagine disponibile ]
Fotoreport