Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Oratorio di Les Arsines, 02/04/2018
Inserisci report
Onicer  Pierpaolo   
Gita  Oratorio di Les Arsines
Regione  Valle d'Aosta
Partenza  Valpelline loc. Semon (AO)  (1065 m)
Quota arrivo  1703 m
Dislivello  720 m
Difficoltà  EE
Rifugio di appoggio  Nessuno
Attrezzatura consigliata  Normale da escursionismo + ciaspole
Itinerari collegati  nessuno
Condizioni  Mediocri
Valutazione itinerario  Discreto
Commento Oggi decidiamo di fare un giretto pomeridiano per ossigenare mente e corpo. In Valle d’Aosta in questo periodo bisogna fare attenzione a scegliere l’itinerario se si va a piedi, perché la linea di separazione tra neve / non neve oltre una certa quota è piuttosto netta. Gran parte degli itinerari interessanti sono però posti oltre la linea dell’innevamento e questo crea una certa difficoltà nel trovare un percorso che sia al contempo bello, non troppo lungo e che non costringa a ravanare nella neve. Il giro ad anello che sale all’oratorio di Les Arsines, posto sui pendii sopra Valpelline, sembra fare al caso nostro, pur con qualche incognita dettata dalla quota massima posta oltre i 1700 metri di quota.
Posteggiata l’auto nella frazione di Semon a Valpelline, prendiamo il sentiero 3A che sale inizialmente a zig zag per poi inoltrarsi gradualmente nel bosco.
Fino a ¾ del percorso di salita tutto fila liscio e camminiamo senza pestare neve. Non appena però il sentiero volge sui versanti maggiormente esposti a nord, le cose cambiano rapidamente. In breve tempo ci troviamo letteralmente immersi in neve marcia sfondando a tratti fino alla vita. Proseguire lungo il sentiero originale pare proibitivo, così cerchiamo una deviazione cercando a vista pendii più sgombri da neve, ma ci accorgiamo ben presto che ci portano del tutto fuori strada.
Fallito il piano B, torniamo mestamente in corrispondenza del sentiero sepolto sotto la neve. A questo punto decidiamo per un piano C, che consiste nel stare nei paraggi del percorso con l’aiuto del GPS, salendo però dritto per dritto nel bosco ripido scegliendo a vista i passaggi più agevoli e meno coperti di neve. La strategia funziona e una volta scollinati sul versante più assolato il manto nevoso torna ad assottigliarsi notevolmente, consentendoci di riprendere a camminare in modo più spedito.
Raggiungiamo così il panoramico Oratorio di Les Arsines, che gode di una notevole visuale.
Per fare ritorno prendiamo il sentiero 3B che si snoda a fianco di una impressionante conduttura dell’acqua che alimenta una sottostante centrale idroelettrica. Questo sentiero è interamente esposto sui versanti meridionali ed è perciò pressoché sgombro di neve.
Facciamo dunque ritorno al punto di partenza chiudendo un’escursione che viste le condizioni si è rivelata più impegnativa del previsto. Abbiamo rischiato di essere respinti dall’avere sottovalutato lo spessore del manto nevoso sul versante ombroso dell’itinerario, ma con tenacia abbiamo tenuto duro e ce l’abbiamo fatta.

Foto 1: immagine di vetta
Report visto  366 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport