Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Valgoglio- M. Crapel - Pizzo Salina, 14/10/2017
Inserisci report
Onicer  Claudio2169   
Gita  Valgoglio- M. Crapel - Pizzo Salina
Regione  Lombardia
Partenza  Valgoglio (centrale Enel)  (986 m)
Quota arrivo  2495 m
Dislivello  1700 m
Difficoltà  EE
Rifugio di appoggio  Rifugio Gianpace (aperto)
Attrezzatura consigliata  N.d.e.
Itinerari collegati  nessuno
Condizioni  Buone
Valutazione itinerario  Buono
Commento Oggi saliamo da Valgoglio (centrale Enel) alla favolosa Val Sanguigno per il sentiero del rifugio Gianpace. Arriviamo al bivio con cartello Lago nero e Valsanguigno prendiamo una labile traccia fino alla baita Salina di Sotto. Seguiamo una traccia poco battutta a destra di un ruscello per salire alla sella e poi per erba fino al piccolo ometto di vetta del monte Crapel 2128mt. Ritorniamo alla sella e per creste di roccia e erba stando sopra lo stagno della corna giungiamo su un sentiero bollato. Proseguiamo a sinistra per superare tutti i laghetti Alti di Salina. All'altezza dell'ultimo laghetto sulla destra una pietrai e pi in alto l'inclinata parete di roccia che saliremo per gradoni. Sbuchiamo su un ripido tratto erboso da fare con attenzione fino a giungere sulla vera cresta che sale su al pizzo Salina. Qualche breve passaggio esposto ma abbastanza semplice ci portano all'omino del Pizzo Salina. Panorama mozzzafiato su tutte le Orobie. Il non lontano Pizzo Pradella ben affollato oggi , ci facciamo un pensierino per percorrere anche quella cresta ma il tempo poco oggi e non vogliamo farci scappare il tagliere al rifugio. Decidiamo di scendere dalla normale dal versante opposto superando la Costa di Corna Rossa 2078mt altra cima orobica fino a scendere sul bel balcone su Valgoglio dove adagiata la grande Madonna. Questo posto nominato monte Cat- Sat , scendiamo per sentiero per superare una graziosa baita. Sulla parete la portantina usata per il trasporto della Madonna.
Scendiamo fino al torrente per superarlo sul piccolo ponte in legno. Qui prendiamo una variante bollata fino al rifugio. Ottima pausa ristoratrice e sorpresa anche da qualche amico Orobico. Bella giornata in compagnia di Ciso.
Report visto  1749 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport