Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Savoretta ghiacciaio (val di Rezzalo), 24/03/2012
Inserisci report
Onicer  dadeone      
Gita  Savoretta ghiacciaio (val di Rezzalo)
Regione  Lombardia
Partenza  Fumero  (1495 m)
Quota arrivo  3053 m
Dislivello  1558 m
Difficoltà  BS
Esposizione in salita  Nord-Est
Esposizione in discesa  Nord-Est
Itinerari collegati  nessuno
Neve prevalente  Farinosa
Altra neve  Farinosa
Rischio valanghe  1 - Debole
Condizioni  Buone
Valutazione itinerario  Eccezionale
Commento Partenza con gli sci nello zaino,cosa piuttosto inconsueta per la zona in questo periodo, ma quest'anno va così. La temperatura alle ore 6 indica +2.5° mentre vedo da internet che nei pressi della stazione meteo del rifugio La Baita (1860mt ) , siamo a -1.1°. Porto gli sci fino poco oltre la chiesa di San Bernardo (1850 mt più o meno 40 min ) poi è possibile calzarli ,anche se la neve con traccia costante c'è solamente da località Merlo ( 1900 mt ). Fino a Clevaccio ( 2160 mt ) la ormai poca neve è bella marmorea anche grazie al rigelo notturno ( mi sembra di parlare di una gita di fine aprile ) e più o meno è così fino all'imbocco della valle di Savoretta .Da qui in poi e siamo attorno ai 2250mt , grazie all'esposizione favorevole trovo quei 20/25 cm di neve super fresca caduta nel fine settimana scorsa e fortunatamente anche le tracce dei 2 gruppi di 3 persone che mi hanno preceduto il giorno prima ( che ovviamente ringrazio ). E' a quota 2500mt che la neve è veramente e totalmente farina e pure di notevole qualità . Poco oltre l'attuale fronte del ghiacciaio intorno ai 2700 mt ,una bella e poderosa brina di superficie aggiunge la cigliegina sulla torta ad un manto in condizioni sorprendenti .Passato il ripido canalino alla fine del ghiacciaio di quota 2970 mt , la vetta è lì che attende ma ormai la gamba non segue più la volontà e faccio fatica ad arrivarci . Quasi 10 km di sviluppo per oltre 1500 mt di dislivello si sono fatti sentire . Dalla vetta, avviso telefonicamente il mio amico Alessandro del rifugio La Baita ,che da li a poco gli sarei piombato addosso a divorargli anche le gambe dei tavoli, non prima di essermi fatto forse la più bella sciata della mia carriera di scialpinista .

Partecipanti ; Dudu

Foto 1 ; serpentina di quota 2650 mt
Foto 2 ; serpentina di quota 2750 mt ( la prima di dx)
Foto 3 ; serpentina di quota 2950 mt

Purtroppo le foto sono motematiche , ma non c'era altrimenti .
Report visto  767 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport