Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Monte Sponda Vaga, per la Valle dell'Asta, 08/03/2009
Inserisci report
Onicer  Fedora      
Gita  Monte Sponda Vaga, per la Valle dell'Asta
Regione  Lombardia
Partenza  Lizzola  (1200 m)
Quota arrivo  2070 m
Dislivello  870 m
Difficoltà  MS+
Esposizione in salita  Nord-Est
Esposizione in discesa  Nord-Est
Itinerari collegati  Monte Sponda Vaga (2070m), per la Valle dell'Asta
Neve prevalente  Trasformata
Altra neve  Trasformata
Rischio valanghe  3 - Marcato
Condizioni  Ottime
Valutazione itinerario  Buono
Commento Visto il pericolo valanghe ancora alto, siamo partiti con l’idea risalire le piste fino allo Sponda Vaga; arrivati a Lizzola vediamo gente scendere dalla Manina su una neve dura (anche il Sasna era tracciato). Così risaliamo la Valle dell’Asta e, in effetti, la neve è dura e ben assestata. Infatti sarà una bellissima discesa, anche se non particolarmente lunga: prime curve dalla vetta su farina leggermente pesante, poi per circa 150 mt. neve polverosa con una fragilissima crosticina per niente fastidiosa (grazie forse all’ora tarda di partenza e all’esposizione a NE!). Sotto i 1700 mt una spanna di farina sopra un fondo perfettamente trasformato. Infine negli ultimi 200 mt. neve primaverile fino in fondo. Pericolo valanghe 3, ma stando bene sull’itinerario di salita, non ci sono particolari problemi; un po’ più di attenzione in discesa dopo la conca alla base del Pizzul e del Barbarossa, tra i 1900 e i 1800 mt., dove è bene evitare i pendii più ripidi. Partecipanti: Fedora e Ivan.
FOTO 1: Risalendo la parte finale della Valle dell'Asta.
FOTO 2: Sguardo all'indietro verso il Sasna e, a sx, la chiesetta della Manina.
FOTO 3: Dalla vetta, il Pizzo di Petto (a sx) e il Vigna Vaga.
Report visto  1728 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport