Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Val Coronella Cima di Lago Gelt e dintorni, 22/01/2023
Inserisci report
Onicer  corbe      
Gita  Val Coronella Cima di Lago Gelt e dintorni
Regione  Lombardia
Partenza  Carona (Teglio)  (1150 m)
Quota arrivo  2804 m
Dislivello  2150 m
Difficoltà  BSA
Esposizione in salita  Varia
Esposizione in discesa  Varia
Itinerari collegati  nessuno
Neve prevalente  Farinosa
Altra neve  Farinosa
Rischio valanghe  1 - Debole
Condizioni  Ottime
Valutazione itinerario  Ottimo
Commento Prima volta in Val Coronella con Dino, Umberto e Rossella. Ambiente superbo peccato i tralicci. Partiamo con aria frizzante da Carona, al momento Ú possibile salire immediatamente dopo il paese con gli sci, in discesa si tolgono a ca. 500. m. prima di raggiungerlo. Si sale lungo la strada sino poco dopo l'alpe Coronella. In seguito si attraversa il torrente su di un bieco ponticello e si percorre la mulattiera che si inerpica nel bosco. In questo tratto la discesa si preannuncerÓ piuttosto ardita e consigliabile togliere gli sci. Al di sopra la vallata spazia su ampi panorami e si giunge al piccolo rifugio. Da qui a sinistra si prosegue in direzione del Torena mentre noi ci innalziamo a destra verso il passo di Coronella. L'ascesa Ú giÓ tracciata e giungo precedendo gli altri skialpers al passo. Qui sono un po' indeciso, primo tentativo verso la cima Coronella ma desisto il pendio e ghiacciato... non vale la pena. Breve discesa ed inforco nuovamente gli sci ed inizio a tracciare in direzione della cima di Lago su 30-40 cm. di polvere pesantuccia. Giunto sul crinale lascio gli sci ed in breve raggiungo la cima. Ottimo panorama, arietta frizzante, quindi scendo al deposito. Inizio la discesa abbastanza divertente intanto sopraggiunge Dino anche lui intenzionato a raggiungere la cima. Proseguo al passo di Coronella e nel frattempo incontro Umberto e Rossella. In attesa di Dino, vista e considerata l'arietta tutt'altro che tiepida mi avventuro in territorio bergamasco (Val Bondione) scendendo per ca. 300-400 m. di dislivello. Risalgo al passo e ritrovo tutti gli altri componenti. Inizio la discesa verso valle tenendomi a destra del vallone. Poco dopo mi ritrovo su un pendio alquanto ripido e con qualche arbusto roccetta affiorante. Con qualche espediente riesco calarmi ed avverto immediatamente gli altri di non scendere da quel pendio ma risalire e seguire la via di salita. Giunto poco sotto il rifugio non intravedo i compagni quindi ripello e risalgo le chine sino ad incontrarli. Tutt'insieme proseguiamo sino a valle. Stupenda giornata .
Report visto  2020 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport