Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Pizzo Tambò, da Montespluga, 25/11/2018
Inserisci report
Onicer  Fedora      
Gita  Pizzo Tambò, da Montespluga
Regione  Lombardia
Partenza  Montespluga  (1900 m)
Quota arrivo  3279 m
Dislivello  1400 m
Difficoltà  BSA
Esposizione in salita  Nord-Est
Esposizione in discesa  Nord-Est
Itinerari collegati  Pizzo Tambò (3279m), dal Passo dello Spluga
Neve prevalente  Farinosa
Altra neve  Farinosa
Rischio valanghe  2 - Moderato
Condizioni  Ottime
Valutazione itinerario  Ottimo
Commento Un Tambò conquistato davvero con i denti a causa del freddo polare subìto durante l’intera salita, senza un solo minuto di tregua da un vento non fortissimo, ma gelido! A Montespluga c’è quasi il deserto: pochissime auto di scialpinisti quasi tutti diretti in Val Loga. Verso il Tambò, invece, saremo solo noi 4 più altri 3 o 4 skialp partiti prima di noi. Scia i piedi, risaliamo la strada (ovviamente chiusa) ben innevata che ci porta alla dogana italiana. Il vento ha pelato i pendii soprastanti, ma solo per i primi 150m, poi il manto nevoso è più continuo, anche se l’azione eolica si vede. Cmq non si toccan sassi. Gli ultimi 500m sono da tracciare, in quanto i 2 skialp davanti a noi desistono per il vento. Ma Sergio e Arno sono 2 trattori e tracciano fino in vetta. I 2 traversi della parte alta sono in buone condizioni, anche se in 2 punti siamo passati uno alla volta per sicurezza. Ma non c’erano lastroni da vento, la neve ci è sembrata stabile. Mettere i ramponi (indispensabili oggi) e togliere le pelli sarà un vero calvario con le mani gelate… La seconda parte di cresta non è stata banale, con tanta neve incrostata (piccozza utilissima). In cima l’emozione è davvero tanta, nonostante abbia già salito altre volte questa montagna. Ma oggi è stata davvero una dura lotta! Fortunatamente la discesa sarà su ottima neve, che ci permette di scaldarci bene: toccato un paio di sassi a inizio discesa, ma poca roba. Nelle vallette abbiamo sempre trovato bella neve farinosa, mai lavorata troppo dal vento. Non ce l’aspettavamo proprio al mattino, appena partiti, vedendo l’azione del vento. E invece abbiamo proprio sciato alla grande fino alla dogana, grazie anche alle tante vallette/pendii/canaletti che si possono scegliere durante la discesa. Gran giornata praticamente in solitudine, quasi da non credere considerata la ressa che c’era in altre zone! Partecipanti: Fedora, Sergio, Arno e Daniele.
FOTO 1: A metà mattinata il cielo si fa tutto azzurro.
FOTO 2: Discesa dalla vetta.
FOTO 3: Una delle tantissime vallette con neve farinosa. Davanti a noi un patagonico Suretta.
Report visto  6612 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport  Clicca qui per andare al foto-report