Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Schinhorn (2gg), 05/06/2018
Inserisci report
Onicer  Federico      
Gita  Schinhorn (2gg)
Regione  Svizzera
Partenza  Egga - Blatten -  (1600 m)
Quota arrivo  3796 m
Dislivello  3000 m
Difficoltà  OSA
Esposizione in salita  Sud
Esposizione in discesa  Varia
Itinerari collegati  nessuno
Neve prevalente  Trasformata
Altra neve  Marcia
Rischio valanghe  2 - Moderato
Condizioni  Ottime
Valutazione itinerario  Eccezionale
Commento Montagna a mio avviso fantastica. L’avevo vista salendo al Nesthorn ed al Loschentaler Breithorn nel 2014 sempre nello stesso periodo.
Quest’anno più neve anche se sul ghiacciaio di base molto lavorata e sciabile solo quando le “onde” si indeboliscono.
1°giorno) Saliamo in auto fino ad Egga (1600 m circa) da cui si raggiunge in circa 1 ora a piedi Hotel Belalp (raggiungibile in funivia da Blatten)
Poi lungo il sentiero estivo in direzione N fino al margine SE del ghiacciaio dell’Oberaletsch (2h di spallaggio complessivo). Dopo un breve nevaio che ci costringe a calzare i ramponi, mettiamo gli sci. Già percorrendo il ghiacciaio si può individuare il rifugio posto alla base della cresta SW del GR. Fusshorn. E’ possibile poi individuare le corde fisse e scale metalliche che permettono di superare un salto di roccia di circa 120 m che separa l’Oberaletsch hutte(m 2640) dal ghiacciaio. Abbiamo dormito all’invernale visto che il rifugio era chiuso (ottimo con stufa e tutto il necessario per cucinare)
2°giorno) Dal rif. Oberaletsch scendere il tratto roccioso attrezzato che permette di mettere piede sul ghiacciaio. Calzati gli sci, si va in direzione W in leggera discesa per attraversare l’oberaletschgletscher fin circa 2420 m e si comincia a salire .
Si aggira lo sperone meridionale del Torberg e poco dopo si vede il versante meridionale dello Schinhorn. Si individua il canale che permette di accedere al ghiacciaio soprastante.
All’apparenza è abbastanza inquietante poiché in dx idrografica alla base della morena sono presenti delle scariche.
Si sale comunque bene sci in spalla e ramponi (pendenza sui 35°) e si intuisce che scenderemo con gli sci ai piedi, nonostante il detrito superficiale.
Sopra si procede per il ghiacciaio fino ad un isolotto roccioso (3380 m).
A 3300 depositiamo gli sci e proseguiamo con picche e ramponi fino alla crestina finale. Partecipanti : Roby ed io
Sviluppo circa 35Km
Foto 1:il percorso (verde salita; rosso discesa; arancio salita e discesa)
Foto 2: la montagna vista frontalmente nel 2014
Foto 3: il percorso dalla base della montagna
Report visto  812 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport