Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Kronten, 08/04/2018
Inserisci report
Onicer  fabrizio.cappa      
Gita  Kronten
Regione  Svizzera
Partenza  Bodenberg (Erstfeld)  (993 m)
Quota arrivo  3108 m
Dislivello  2300 m
Difficoltà  BSA
Esposizione in salita  Nord
Esposizione in discesa  Nord
Itinerari collegati  nessuno
Neve prevalente  Marcia
Altra neve  Trasformata
Rischio valanghe  2 - Moderato
Condizioni  Buone
Valutazione itinerario  Eccezionale
Commento Gita in due giorni con pernotto alla Krontenhutte. Il rifugio era aperto, bello, restaurato di recente, accogliente, un pò caro. Noi siamo saliti in auto fino a Bodenberg per l'erta strada che parte da Erstfeld dopo aver acquistato il permesso (20 CHF) al Kiosk in stazione. La salita al rifugio da questo versante va fatta solo quando le slavine più grosse sono già scese; si parte subito risalendo una conoide enorme di slavina fino ad intercettare sulla destra nel bosco l'indicazione per il rifugio circa a 1300m di quota. Si attraversano poi almeno altre tre grosse slavine. La mattina seguente si attraversa il pianoro dell'Obersee, si risalgono gli ampi pendii del versante est del Grawstock fino a q.2800 circa si piega ad est fino a raggiungere l'ampia cresta ovest del Kronten. Si arriva fino dove si può con gli sci. Noi abbiamo proseguito con picca e ramponi fino sotto le rocce sommitali. Per salirle il pinnacolo roccioso con croce di vetta bisogna arrampicare un pò. Si sale all'intaglio e poi con un traverso sul lato a nord (esposto) attrezzato con spit si perviene alla sommità. E' necessaria una corda almeno di 25m e qualche rinvio o cordino. Calata attrezzata dalla cima. LA discesa oggi non è stata eccezionale nonostante i pendii meravigliosi di questo itinerario. La parte alta abbiamo trovato neve trasformata e ben rigelata. Bella sottile farinetta sul ghiacciaio e poi neve sempre più molle e pesante fino circa 2300m così fino al rifugio. Anche dopo il rifugio la neve è sempre stata pesante, lenta ma comunque sciabile. Abbastanza un totura per le gambe la lunga conoide di valanga finale. In questi due giorni gran sole e caldo, troppo. Abbiamo assisitito alla caduta di enormi ed inquietanti valanghe sul versante sud sinistro orografico della Erstfeldertal durante i due giorni della gita. Bellissimo itinerario ma l'arrivo del caldo primaverile ha concesso poco alla sciata. Tuttora c'è una quantità di neve impressionante. con Giuseppe, Roberto, Mariangela, Andrea.
Report visto  454 volte
Immagini             

[ Nessuna immagine disponibile ]
Fotoreport