Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Pizzo delle Corna, da Lizzola, 22/02/2017
Inserisci report
Onicer  Fedora      
Gita  Pizzo delle Corna, da Lizzola
Regione  Lombardia
Partenza  Lizzola, parcheggio seggiovia  (1250 m)
Quota arrivo  2352 m
Dislivello  1250 m
Difficoltà  BS
Esposizione in salita  Varia
Esposizione in discesa  Varia
Itinerari collegati  Monte Vigna Soliva (2356m), da Lizzola
Neve prevalente  Variabile
Altra neve  Marcia
Rischio valanghe  2 - Moderato
Condizioni  Buone
Valutazione itinerario  Buono
Commento Giro solitario pomeridiano un po’ diverso dal solito. Mi sono fermata al Pizzo delle Corna senza proseguire verso il Vigna Soliva (peraltro alto solo 4 metri in più del primo), per evitare il traverso scomodo e la neve crostosissima nel tratto tra le due cime.
Il giudizio sulle condizioni sarebbe stato migliore se la discesa l’avessi fatta al mattino. Al pomeriggio, infatti, la neve era marciotta, ma comunque bella sciabile, non sfondosa né crostosa (anche perché molto poca). Risalgo la pista di Lizzola fino circa a metà, poi seguo la traccia che devia a destra, sotto i pendii nord-est del Pizzo delle Corna. Al colletto proseguo a destra (tratto ripido), inizialmente sci ai piedi poi li tolgo per un brevissimo tratto, per mancanza di neve. Rimessi gli sci seguo la traccia di mio marito Ivan (zigzagando fra qualche tratto erboso che comincia ad affiorare), salito un paio d’ore prima di me, fino in vetta. Discesa su neve smollata vista l’ora tarda, ma sciabilissima. Molto più bella e trasformata nello strettissimo e ripido canalino finale e da qui belle curve su neve marcetta fino a q. 1900 m, un po’ più a sinistra della baita. Ripello 150 metri e con gli ultimi raggi di sole salgo in vetta al M. Cavandola. La luce è davvero spettacolare... Da qui vedo belle virgole lungo il ripido versante Nord... E così giù su bellissima neve farinosa, per circa 150 m. Poi tengo la destra per evitare la neve crostosa e con un po’ di ravanage tra gli arbusti mi riporto sulle piste. La luce è ormai poca, ma in pista nessun problema, fino alla macchina.
FOTO 1: In rosso la salita (la vetta non si vede), in giallo il bel canailno di discesa.
FOTO 2: Verso il Pizzo delle Corna.
FOTO 3: Risalito il M. Cavandola, discesa dal versante nord su neve farinosa.
Report visto  1706 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport