Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   HAUTE ROUTE VERBIER-ZERMATT, 27/04/2016
Inserisci report
Onicer  sorega      
Gita  HAUTE ROUTE VERBIER-ZERMATT
Regione  Svizzera
Partenza  Verbier  (1500 m)
Quota arrivo  1600 m
Dislivello  4000 m
Difficoltà  BSA
Esposizione in salita  Varia
Esposizione in discesa  Varia
Itinerari collegati  nessuno
Neve prevalente  Farinosa
Altra neve  Farinosa
Rischio valanghe  3 - Marcato
Condizioni  Ottime
Valutazione itinerario  Eccezionale
Commento 5 giorni di Haute Route da Verbier a Zermatt con un meteo non certo bello e tantissima neve caduta durante questi giorni. Partenza sabato da Verbier e con gli impianti salita al Col des Gentianes. Il meteo non è certo incoraggiante, però c'è la "powderina"!!! Da qui al Col de La Chaux e per il percorso inverso della Patrouilles Des Glaciers alla Rosablanche. Discesa alla Cabane de Prafleuri tra nebbia e nevicata. Un solo altro gruppo arriverà al rifugio verso le 20.00 dopo aver avuto difficoltà nell'orientarsi e trovare il rifugio. La domenica mattina si presenta con una fitta nebbia e nevicata ancora in corso. Uniamo le forze con l'altro gruppo e saliamo al Col de Roux senza un filo di visibilità. Da qui discesa in traverso alla Barma, quindi fino in cima al Lac des Dix da qui si sale alla Cabane des Dix. Per fortuna che nella seconda parte della giornata si sono avute ampie schiarite.
Il terzo giorno è un altro giorno di maltempo e neve da tracciare. Tra i 30 e i 50 di neve nuova. Nessuno in giro. Ma dove sono tutti i concorrenti della PDG? Perché non provano a farsi qualcosa adesso senza traccia, nella nebbia e con la neve da battere? Abbandonato l'itinerario previsto per il Pigne d'Arolla traversiamo alla Cabane des Vignettes per il Pas des Chevres.
Il quarto giorno c'è finalmente il sole, ma tanta neve nuova.
Siamo rimasti completamente soli in questo deserto bianco. L'altro gruppo è sceso ad Arolla a causa di uno sci rotto. Io con i miei due russi e uno svizzero ci impegniamo nella traversata alla Cabane Bertol. Gran lavoro di tracciatura in ambiente isolato. Salita al Col de l'Eveque, discesa a Plan Bertol e quindi la salita a Bertol che è stata più penosa del solito. Anche stasera al rifugio eravamo i soli. Domani ultimo giorno e se il meteo ce lo concede finiremo a Zermatt.
Il quinto giorno di haute route prevede la traversata finale a Zermatt passando dalla Tete Blanche: chi la dura la vince! Risveglio sotto una fitta nevicata, ne ha messi altri 20 cm stanotte. Nebbia, freddo e neve che incessantemente continua a cadere. Ma il meteo annuncia schiarite... si parte titubanti ma speranzosi. ... e sempre soli e abbandonati da tutto e da tutti... Fatica nella traccia, nella scelta dell'itinerario, nel passaggio tra i crepacci, ma alla fine il cielo si apre in uno spettacolo maestoso. Gioia e felicità incontenibili. La discesa su terreno completamente vergine richiede ancora attenzione sul ghiacciaio di Stockij pieno di enormi crepacci. Gran finale a Zermatt ancora increduli per questa impegnativa haute route. Con i bravi e tenaci Chris, Boris e Alexey.
Fotoreport sul mio profilo facebook: Mauro Soregaroli

Foto 1: Quarto giorno. Dal Col des Vignettes verso il Col de Charmotane e il Col de l'Eveque
Foto 2: Quinto giorno. Salendo verso la Tete Blanche
Foto 3: Quinto giorno. In discesa sullo Stockijgletscher
Report visto  1730 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Fotoreport