Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Mont Blanc de Cheilon, dal Pas de Chèvre e il Glacier de Cheilon
Zona  Svizzera - Vallese
Partenza  Arolla (Val d'Herens)  (1970 m)
Quota arrivo  3870 m
Dislivello  2080 m
Difficoltà  BSA
Esposizione in salita  Varia
Esposizione in discesa  Varia
Orario indicativo 6h-6h e 30'
Periodo consigliato Marzo-Maggio
Descrizione Da Arolla risalire le piste da sci, fino a circa q. 2460 m. Proseguire con dir. W nel vallone inizialmente semipianeggiante; puntare poi all’evidente Pas de Chevre (2855 m). Dal passo scendere sul Glacier de Cheilon, prima per scale metalliche e poi lungo un ripido pendio, generalmente a piedi. Rimessi gli sci, proseguire verso SW lungo il ghiacciaio su poca pendenza. Su un dosso roccioso a dx si può scorgere la Cabane de Dix (2928 m), che però non si raggiunge (a meno che si decida di spezzare la gita in due giorni dormendo quindi al rifugio). Proseguire sempre nella medesima direzione senza un vero e proprio percorso obbligato, fino a portarsi sotto i ripidi pendii del Col de Cheilon. Risalirli quindi fino al colle (3243 m) e poi proseguire su terreno pianeggiante puntando ai pendii N de La Ruinette. Superare sulla destra gli ultimi seracchi e salire lungo il dosso nevoso che permette di accedere ad una valletta. Con percorso logico, si prosegue con dir. ENE fino ad una sella, alla base della vetta sciistica (3827 m) che si raggiunge a piedi superando alcune facili roccette (eventualmente con piccozza e ramponi). In genere ci si ferma qui; per la vera vetta alpinistica, infatti, occorre scendere a NE su roccette e in breve raggiungere un colletto. Proseguire lungo la crestina nevosa sempre più affilata e molto esposta (attenzione a possibile ghiaccio sulla sx). Verso il termine della cresta si affrontano dei passaggi rocciosi di II° e un ultimo salto di 15-20 m di III° (possibilità però di assicurarsi). Questa cresta è lunga circa 1 km e occorre calcolare circa un’ora di sola andata per superarla.
DISCESA: Per l’itinerario di salita.
Valutazione itinerario  Eccezionale
Commento  Grandioso itinerario in ambiente glaciale splendido, che richiede un ottimo allenamento visto soprattutto il lungo sviluppo. Le difficoltà sciistiche, infatti, non sono elevate; ma la quota e la lunghezza del percorso richiedono un grande impegno fisico. Ovviamente, però, si può spezzare la gita in due giorni pernottando alla Cabane de Dix, che si raggiunge in circa 3h. Se si intende raggiungere la vera cima alpinistica, invece, è consigliabile pernottare al rifugio, in quanto essa richiede 1h e 30’-2h tra A/R, e con alcune difficoltà alpinistiche: è aerea, esposta, e con passaggi di II-III° nel finale. La discesa, inoltre, non è velocissima, in quanto in alcuni pianori occorre spingere un po’ con le racchette, quindi sempre faticoso... La risalita di 90m al Pas de Chèvre è l’ultima fatica da superare, prima della discesa finale ad Arolla stavolta più continua. L’esposizione fino al Col de Cheilon è prevalentemente E; il tratto finale è invece WNW.
Nel dislivello totale è compresa anche i 90m di discesa all’andata e quindi di risalita al ritorno al Pas de Chèvre.
FOTO 1: Dal Pas de Chèvre, vista sul Glacier de Cheilon con l'arrivo al Colle de Cheilon
FOTO 2: Il tratto successivo visto dal Col de Cheilon
FOTO 3: Inizio della discesa, con la splendida Nord de La Ruinette
Itinerario visto  15007 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Report collegati
24/04/2017  -  Mont Blanc de Cheilon, dal Pas de Chèvre e il Glacier de Cheilon, di Fedora