Home Gallery
Reports
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Mountain Bike
Archivio
Itinerari
Scialpinismo
Escursionismo
Roccia
Ghiaccio e Misto
Fenio...menali
Forum
Ricerca
   Gross Spannort, dalla Meiental, per il Rossfirn
Zona  Svizzera - Uri
Partenza  Meiental - Strada Sustenpass, ponte q. 1613  (1613 m)
Quota arrivo  3198 m
Dislivello  1730 m
Difficoltà  BSA
Esposizione in salita  Sud-Est
Esposizione in discesa  Sud-Ovest
Orario indicativo 4h e 30'-5h
Periodo consigliato Febbraio-Aprile
Descrizione Dal cartello con le indicazioni per la Sewenhuette (ponte a q. 1613), o da Farnigen se la strada è ancora chiusa al traffico, percorrere il lungo vallone semipianeggiante seguendo la stradina a dx del torrente, fino a Wyssgand. Da qui piegare a destra (Est) e risalire un ampio ma ripido pendio (prende il sole tardi anche in primavera, quindi è facile trovare neve molto dura in salita). A circa q. 2250mt le pendenze calano leggermente e si prosegue più agevolmente fino all'ampio pianoro (Jazzfad, 2400m). Fin qui l'itinerario è in comune con lo Zwachten. Piegare quindi a sinistra (NW) e salire su pendenze via via più sostenute sul Rossfirn, puntando all'evidente parete rocciosa del Chli Spannort, deviando in ultimo a sinistra per arrivare nei pressi del deposito sci di quest'ultimo. Senza raggiungerlo, traversare lungamente in piano per tutta la bastionata rocciosa (dir. NW). Arrivati ad un'ampia sella, proseguire in leggera discesa verso destra aggirando l'intera montagna e giungendo allo Spannortjoch (2922 m) (attenzione lungo questo traverso; se le condiziono non sono sicure è consigliabile scendere per un centinaio di metri e poi rimettere le pelli e risalire al paso). Salire ancora brevemente verso la base meridionale del Gross Spannort, dove si lasciano gli sci. Salire il successivo ripido pendio nevoso e poi superare una prima fascia di roccette, facili ma abbastanza esposte (sono presenti 3 soste lungo la cresta, con 2 spit e maillon per un'eventuale discesa in doppia). Proseguire quindi per un altro ripido pendio nevoso e, dopo aver superato un'altra breve fascia di roccette, risalire l'ultima facile rampa nevosa su pendenze più dolci, fino in vetta.
DISCESA: Tornati al deposito sci, ripercorrere il traverso effettuato in salita. Da qui si può decidere se tornare per lo stesso itinerario, oppure scendere su pendii più diretti e sostenuti ai piedi del versante ovest dello Juzfastock, fino a ricongiungersi con l'itinerario di salita nei pressi del torrente Rossbach.
N.B. Nel dislivello totale, sono conteggiati anche i 100m tra andata e ritorno per lo Spannortjoch.
Valutazione itinerario  Eccezionale
Commento  Stupendo itinerario completo sia dal punto di vista sciistico che alpinistico, con una cresta che, se in buone condizioni, non presenta particolari difficoltà ma risulta comunque esposta in alcuni punti e con tratti sui 45-50°. E' inoltre una cresta piuttosto lunga, con quasi 300m di dislivello, che richiede tempo e molta attenzione anche in discesa. La discesa più diretta si svolge su stupendi pendii; per entrambe le possibilità di discesa, comunque, è bene valutare il giusto timing, visto che prendono sole già dal mattino.
Per la cresta finale, consigliati piccozza, ramponi, corda e imbrago.
FOTO 1: Il Gross Spannort, con a dx la lunga cresta di salita.
FOTO 2: Il deposito sci e l'attacco della salita.
FOTO 3: Gli stupendi pendii di discesa più diretti.
Itinerario visto  15064 volte
Immagini             

[ Clicca sulla foto per ingrandire ]
Report collegati
08/04/2017  -  Gross Spannort, dalla Meiental, per il Rossfirn, di Fedora